/ Attualità

Attualità | 12 giugno 2021, 17:25

Un eco-compattatore a pedali ad uso civico e azioni demo-pratiche. Dalle scuole l'idea che piace ai comuni della Granda

Centinaia di bambini e giovani (dai 3 ai 24 anni) hanno aderito al triplice progetto di Ambasciata Rebirth cuneese, la Fondazione Pistoletto Onlus e l’Associazione Con.Te.StoOo con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Territoriale

Foto di Paolo Isaia

Foto di Paolo Isaia

Un progetto triplice con mire d’ampio respiro, di arte, ecosostenibilità e di impegno civile con una forte propensione alla demo-pratica. Presentato in un doppio appuntamento: in presenza lunedì 7 giugno a Cuneo e poi “restituito” virtualmente via Zoom martedì 8 giugno.

Si tratta di tre iter progettuali studiati e coordinati dall’Ambasciata Rebirth cuneese, la Fondazione Pistoletto Onlus e l’Associazione Con.Te.StoOo con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Cuneo. Coinvolti centinaia di bambini, ragazzi e giovani di ogni età. A partire dai tre anni e fino ai 24.

Il primo è l“EcoOo P-ARTI” il cui acronimo raccoglie la mission dell’iniziativa.

“EcoOo P-ARTI” sta infatti per Economie Circolari Orientate agli Obiettivi Onu e Pratiche d’Arte di Rebirth, Trasformazione e Impegno.

“L’idea alla base è la realizzazione di un eco-compattatore Coripet (Consorzio volontario per riciclo del Pet ndr) ad uso civico e non più relegato nel solo ambito della grande distribuzione organizzata – spiega l’insegnante Sonia Barale, ambasciatrice Rebirth/ Terzo Paradiso del cuneese – Da un anno lavoriamo con i ragazzi, dapprima in Dad e poi in presenza. Parte da una formazione attraverso letture e educazione sul riconoscimento di tipi differenti di plastica per poi raggiungere una concretizzazione con il compattatore a pedali, presentato nell'evento del 7 giugno in presenza e l'8 giugno virtualmente."

"Ci appoggiamo
- prosegue - al concetto di ‘rinascita’ di Michelangelo Pistoletto e ai ‘gol’ dell’Agenda Onu 20-30. Crediamo che a livello provinciale l’idea di un eco-compattatore civico sia vincente vista la presenza a Sant’Albano Stura della Dentis, società leader nel riciclo della plastica, e che ha in Corrado Dentis il presidente nazionale della Coripet. L'idea piace a molte realtà della provincia. Oltre a Cuneo abbiamo raccolto l'interesse dell'assessore albese Emanuele Bolla. Attraverso il progetto abbiamo raccolto bottiglie di plastica provenienti da ogni scuola di ordine e grado. L'interesse, al di là dell'eco-compattatore, è quella di continuare con un'opera di informazione annuale con azioni demo-pratiche. Con una card che premiai i virtuosi del riciclo valutando una scontistica sulla Tari, anticipando la normativa europea che entrerà in vigore nel 2025, ma che invece sanzionerà i comuni che non si impegneranno nello smaltimento della plastica in tal senso."

Il secondo, più longevo, alla quarta edizione quest’anno è “Arte al CentroOo” con i drappi ecosostenibili derivanti dai petali - messi a disposizione da Corrado Dentis. Quest'anno il tema affrontato dai ragazzi è stato lo sfruttamento minorile.

E infine “C-Arte della Demo-pratica” con la realizzazione di carte d'identità su personaggi che si sono distinti per il loro senso civico e per l'attenzione al sociale.

Una 70ina i partecipanti, in linea con le norme anti contagio, presenti lunedì 7 giugno, nella Piazza della Costituzione di Cuneo attraverso allestimenti e collegamenti (con chi non ha potuto intervenire in presenza) con le scuole della provincia che hanno collaborato ai progetti (da Cuneo a Borgo San Dalmazzo, da Cervasca a Chiusa Pesio a Fossano).

Nel pomeriggio si è tenuto un happening con performances artistico, creative e d’ingaggio civico ed ecosostenibile con l’intervento di Paolo Naldini, direttore di Città dell'Arte, e Armona Pistoletto, figlia di Michelangelo e di Andrea Silvestri, direttore della Fondazione Crc, ente che ha sostenuto l'iniziativa e l'amministrazione del comune di Cuneo e della Provincia.

L'indomani 8 giugno si è tenuto l'incontro via zoom dove ha partecipato Michelangelo Pistoletto il quale ha parlato della sua idea di arte in interazione con la società e del suo Terzo Paradiso rivolto al coinvolgimento di adulti e bambini all'insegna del rispetto verso la natura e gli spazi urbani, in linea con gli obiettivi dell'agenda Onu.

Presenti alla call, oltre a diversi insegnanti coinvolti e qualche studente, anche Livio Chiotti (Cri Cuneo), Emmanuele Bolla (assessore di Alba) e Paolo Merlo nella duplice veste di imprenditore e componente del Cda di Fondazione Crc.

All'iniziativa hanno preso parte l'UST Cuneo, Provincia di Cuneo, Comune di Cuneo, Accademia Unidee, Master Executive in Design Creatività e Pratiche Sociali in collaborazione con Politecnico di Milano e la CRI Provincia Granda.


"Un momento forte - conclude Sonia Barale - specialmente se contestualizzato con l'anno difficile che insegnanti e studenti hanno vissuto."

Daniele Caponnetto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium