/ Al Direttore

Al Direttore | 13 ottobre 2021, 18:01

"Sui sottopassi si poteva evitare di perdere due anni di tempo"

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il comunicato di Racconigi2022

Giuseppe Danese

Giuseppe Danese

Gentile Direttore,
Racconigi2022 è nata per informarsi e confrontarsi sui temi più sentiti e importanti per noi racconigesi, per immaginare insieme, partendo dall’ascolto delle persone, il futuro della nostra città. Tra i recenti sviluppi di cui abbiamo parlato nel nostro gruppo non poteva mancare la realizzazione dei sottopassi ferroviari, un’opera che attendiamo da decenni.

Abbiamo voluto esaminare i documenti e le informazioni a disposizione sul progetto per cercare di ricostruire le vicende attorno ai sottopassi che, ricordiamo, sono stati annunciati da Ferrovie dello Stato (RFI) nel 2018. Con questo comunicato vogliamo fare una sintesi di quanto abbiamo rilevato.

Per lavori imponenti come quello dei sottopassi sono necessarie diverse procedure, che servono a garantire una corretta progettazione, l’incolumità delle persone e contenere gli effetti sul territorio e sul paesaggio. Fra di esse una delle più importanti è la VIA (Valutazione Impatto Ambientale), un processo molto corposo che coinvolge diversi enti e uffici. Data la complessità della VIA, per accorciare i tempi si può ricorrere a una “verifica di assoggettabilità”, una procedura più veloce e snella che consente di verificare se sia necessario fare la VIA o no.

Arriviamo a noi. A febbraio 2020 il Comune di Racconigi aveva valutato non necessaria la verifica di assoggettabilità. Scelta giunta nonostante i dubbi espressi più volte per iscritto da RFI. A dicembre, RFI, evidentemente ancora non persuasa, decise di interrogare direttamente la Provincia di Cuneo riguardo la VIA.

Con l’inizio del 2021 arrivò il primo stop. A gennaio la Provincia ordinò la verifica sulla necessità di procedere con la VIA e con l’inizio dell’estate si aprì la finestra per presentare osservazioni, da parte di enti o cittadini, sul progetto dei sottopassi.

A luglio la doccia fredda. A Cuneo sono arrivate osservazioni da cittadini e di Enti come Soprintendenza Archeologica delle Belle Arti, Alpi Acque, il Consorzio irriguo San Giuseppe, l’ACDA e l’ASL CN1. In particolare è stata la Soprintendenza a chiedere espressamente la VIA, richiesta che viene accolta dalla Provincia.

Siamo ora a ottobre 2021, secondo alcune dichiarazioni più ottimiste rilasciate l’anno scorso ai giornali locali avremmo già dovuto assistere all’inizio dei lavori. Invece, ci ritroviamo ancora fermi e con quasi 2 anni di tempo persi.

Alla luce di questi fatti ci viene naturale quindi chiederci se l’Amministrazione guidata da Valerio Oderda non potesse agire diversamente. Lo diciamo soprattutto guardando gli altri comuni coinvolti nello stesso progetto, per esempio Cavallermaggiore, dove non si registrano intoppi di questo tipo e c’è stato un grande sforzo di mediazione del sindaco Davide Sannazzaro con i residenti coinvolti. Confronto che invece a Racconigi sembra sia essere mancato ancora una volta. Parlando con le persone che abitano nei pressi del passaggio a livello di corso Regina Elena/via Caramagna è emersa tutta l’esasperazione per il traffico e lo smog che si crea per le auto incolonnate in attesa dell’apertura delle sbarre. Su questo ricordiamo a tutti l’obbligo di aspettare con il motore spento il passaggio del treno.

Concludiamo con un’informazione di servizio: Racconigi2022 cresce e diventa formalmente un’associazione. All’interno dell’assemblea abbiamo eletto presidente Giuseppe Danese, 47 anni, impiegato tecnico, sposato con 2 figli, che ringraziamo per l’impegno e la disponibilità. Questo passo ci faciliterà ulteriormente a organizzare le iniziative che vogliamo proporre ai racconigesi nei prossimi mesi.

Grazie,

il gruppo Racconigi2022

Al Direttore

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Leggi le notizie della Val Bormida

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium