/ Attualità

Attualità | 01 marzo 2024, 17:54

Solavagione all’iniziativa “L’italiano per comprendersi” di Fnp Cisl: "Non c'è integrazione senza conoscenza della lingua"

Promossa a Carrù dal Coordinamento di Genere dei Pensionati Cisl cuneesi in collaborazione con l'ANOLF Cuneo

Enrico Solavagione a Carrù

Enrico Solavagione a Carrù

Questa mattina, venerdì 1 marzo, presso la biblioteca di Carrù è stata presentata l’iniziativa “L’italiano per comprendersi” promossa dal Coordinamento di Genere dei Pensionati Cisl cuneesi in collaborazione con l'ANOLF Cuneo che prevede, nei prossimi giorni, l’inizio di un corso di italiano con 150 ore di lezioni.

Sono intervenuti tra gli altri, il segretario generale dei Pensionati Fnp Cisl Piemonte Alessio Ferraris ed il segretario generale della Cisl Cuneo Enrico Solavagione:

Non può esistere integrazione vera senza la conoscenza della lingua del paese in cui vivi – ha detto Solavagione -. Ringrazio queste donne, queste madri che hanno sentito la necessità di far parte integrante di questa comunità. Le porte della Cisl sono aperte e lavoriamo affinché venga data un’opportunità concreta e condanniamo fermamente chi invece approfitta di questa gente indossando la maschera del buonismo”.

Infine, pur condannando il barbaro attacco del 7 ottobre ad Israele, Solavagione ha voluto ricordare le vittime innocenti di Gaza invitando la politica tutta a lavorare per il cessate il fuoco. “Per quanto è possibile noi non smetteremo di adoperarci per la pace. In ogni atteggiamento che quotidianamente abbiamo non dimentichiamoci gesti di pace e di rispetto, anche così si migliora la società nella quale viviamo”.

Erano presenti e sono intervenuti Maria Ilena Rocha Presidente Anolf Nazionale, Nicola Schellino Sindaco Carrù, Davide Busato Direttore CNOSFAP Bra.







cs

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium