/ Politica

Politica | 26 aprile 2016, 08:02

Nuovi profughi a Beinette? L'amministrazione comunale dice di no

Alcuni giorni fa l’Amministrazione Comunale è venuta a conoscenza del possibile arrivo in paese di altri profughi, oltre ai 25 già presenti nella locale struttura

Nuovi profughi a Beinette? L'amministrazione comunale dice di no

Nel luglio 2015 la Prefettura di Cuneo ha inviato in un hotel di Beinette 25 profughi africani in attesa di riconoscimento del diritto di asilo.  L'Amministrazione Comunale di Beinette, che sin dall'inizio aveva dimostrato il proprio disappunto nei confronti delle modalità con cui sono state gestite l'organizzazione e la comunicazione relative all'accoglienza, aveva comunque accettato di collaborare con la struttura ospitante e con la Prefettura, firmando un protocollo di intesa per l'impiego dei profughi in attività socialmente utili.

Successivamente aveva istituito l’Albo dei Volontari Civici per poter dare copertura assicurativa ai profughi da impegnare nei lavori: Albo al quale tutti i ragazzi africani  si erano subito volontariamente iscritti.                                                                  

Ad oggi la gestione dei profughi da parte del Comune di Beinette viene riconosciuta come un esempio positivo in tutta la Provincia di Cuneo: dal settembre scorso sono stati fatti molti lavori di spazzamento e diserbo di strade e piazze, di affiancamento ai cantonieri e di recupero rifiuti abbandonati a bordo strada e nelle scarpate, in aperta campagna o nei torrenti.                                                                                          
Alcuni giorni fa l’Amministrazione Comunale è venuta a conoscenza del possibile arrivo in paese di altri profughi, oltre ai 25 già presenti nella locale struttura (già nel 2015 lo stesso hotel aveva risposto ad un bando della Prefettura, dando la disponibilità ad accogliere ulteriori profughi), quindi  ha immediatamente voluto manifestare la propria ferma e giustificata contrarietà, approvando una delibera di Giunta in cui si segnala al Prefetto che l'Hotel Beinette non soddisfa le condizioni di sicurezza igienico-sanitaria per ospitare più di 24 persone (come si evince dalla nota dell'ASL CN1 del 24/02/2015); si  evidenzia come un numero maggiore di profughi costituisca un rischio per l'ordine pubblico, date le difficoltà già riscontrate nella gestione da parte della struttura ospitante, finora risolte grazie alla collaborazione del Comune; si dichiara l’intenzione dell’Amministrazione di recedere dal protocollo di intesa , interrompendo immediatamente qualsiasi rapporto di collaborazione con la struttura ospitante e con la Prefettura, qualora nella struttura in questione – o comunque sul territorio comunale -  venissero inviati  altri profughi oltre ai 25 già ospitati dall'estate 2015. Copia della deliberazione è stata trasmessa per conoscenza alla Prefettura di Cuneo.

Il Sindaco e la Giunta hanno poi incontrato in Sala Consigliare tutti i profughi e, con l’ausilio di interpreti di lingua inglese e francese, hanno illustrato loro quanto sta succedendo e quali siano le intenzioni dell’Amministrazione.  

rg

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium