/ Attualità

Attualità | 16 luglio 2018, 17:20

Dibattito sulla Movida, i commercianti di Cuneo si fermeranno per un flashmob durante l'Illuminata

Il presidente provinciale di Confcommercio Cuneo Luca Chiapella: “Tuteliamo il lavoro nel rispetto dei cittadini”

Dibattito sulla Movida, i commercianti di Cuneo si fermeranno per un flashmob durante l'Illuminata

#Ci fermiamo solo un minuto. Così è stata battezzata l’iniziativa targata Confcommercio Cuneo, che si realizzerà nella serata di mercoledì 18 luglio, nell’ambito della manifestazione cittadina de l’Illuminata.

“Si tratta di un evento, di un flash mob durante il quale bloccheremo le attività delle nostre imprese della somministrazione e ristorazione - spiega Luca Chiapella, presidente di Confcommercio Cuneo - solo per un minuto, ma già sufficiente per far capire come sarebbe una città come Cuneo priva di alcuni importanti servizi come bar, ristoranti e locali di intrattenimento: una città ferma, senza la vitalità data dal movimento delle persone ma anche priva di quella vivacità imprenditoriale che rappresenta uno dei punti di forza di Cuneo e del suo territorio circostante”.

“Confcommercio Cuneo - ribadisce il presidente Chiapella - ritiene che sia fondamentale per gli esercizi di somministrazione di bevande e cibi, nel periodo estivo, il poter utilizzare gli spazi esterni di cui dispongono, come i dehors , per offrire una opportunità di incontro e di divertimento a turisti e cittadini”.

“Un divertimento condiviso e consapevole -, prosegue il presidente Chiapella - che sappia unire l’esigenza di lavorare, sempre nel rispetto delle regole e di una misurata convivenza con i residenti. Per questo, per trovare la giusta combinazione tra il diritto di lavorare e quello di divertirsi, Confcommercio Cuneo ha aperto un dialogo con l’Amministrazione comunale, al fine di trovare soluzioni condivise”.

“#cifermiamosolounminuto - conclude il presidente Chiapella - per poi ripartire con una maggior consapevolezza dell’importante lavoro svolto dai nostri associati, senza dimenticare il rispetto delle giuste esigenze dei cuneesi”.

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium