/ Cronaca

Cronaca | 18 febbraio 2019, 17:09

Picchiò la moglie davanti alla figlia: condannato con rito abbreviato a 20 mesi

Nonostante il divieto di avvicinarsi alla moglie aveva continuato a perseguitarla e minacciarla

Picchiò la moglie davanti alla figlia: condannato con rito abbreviato a 20 mesi

Nei giorni scorsi il gip di Cuneo ha condannato con rito abbreviato a 1 anno e 8 mesi di reclusione, senza il beneficio della sospensione condizionale, un uomo di origine albanese residente nel Saluzzese.

Durante l’ultima aggressione da parte del marito, avvenuta davanti alla figlia, la moglie vittima dei maltrattamenti era riuscita a chiamare i carabinieri. L’uomo stava ancora dando in escandescenze quando era stato allontanato dai militari. Lei era stata ricoverata in ospedale per le ferite ricevute al volto mentre lui aveva avuto il divieto di abitare e di avvicinarsi alla sua famiglia.

Nonostante questo, accecato dalla gelosia, aveva continuato a perseguitare la moglie. La tempestava di telefonate, si appostava davanti al bar dove lavorava. A due giorni dall’applicazione della misura imposta dal giudice di obbligo di dimora in un altro paese, l’uomo aveva aspettato che la moglie uscisse dal luogo di lavoro per aggredirla verbalmente. A quel punto era finito in carcere.

Monica Bruna

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium