/ Cronaca

Cronaca | 05 settembre 2019, 07:00

A Paesana si cerca un 65enne che non ha fatto rientro a casa, disperso in località Santa Lucia della Vardetta

L’allarme è scattato ieri (mercoledì). Al lavoro Soccorso alpino e Vigili del fuoco: nella notte è già stata impiegata un’unità cinofila che però avrebbe dato esito negativo. Ritrovata l’auto dell’uomo

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Da ieri sera, a Paesana, si cerca un uomo, R.B., classe 1954, che risulta essere disperso sulle alture del paese, in località Santa Lucia della Vardetta.

L’uomo si era recato in zona, come faceva praticamente quasi tutti i giorni, per controllare la mandria di mucche in alpeggio. Ma ieri (4 settembre) non ha fatto ritorno a valle ed è diventato irreperibile. È quindi partita la segnalazione di mancato rientro, con l’attivazione del protocollo di ricerca disperso.

Operatori di Soccorso alpino e Vigili del fuoco hanno sin da subito organizzato le prime squadre, iniziano a battere sentieri e pendii. Il buio non ha aiutato i soccorritori, che hanno comunque continuato a battere la zona per ore.

Sono state percorse le strade d’accesso alla Vardetta, sia dal comune di Paesana che dal comune di Ostana.

L’auto utilizzata dall’uomo per recarsi in quota sarebbe proprio stata rinvenuta in località Vardetta, zona in cui si sono concentrate le ricerche. In seguito ai controlli ed alla procedura di localizzazione, è stato appurato che l’ultimo segnale utile del telefono di R.B. risale alle ore 13.30 di ieri, mercoledì.

In nottata è entrata in azione anche un’unità cinofila del Soccorso alpino che, al momento, avrebbe dato esito negativo.

I Vigili del fuoco, invece, sono presenti con un’Unità di comando logistico e con il nucleo Tas, Topografia applicata al soccorso.

Le operazioni sono state interrotte a notte inoltrata, intorno alle ore 3, e sono riprese con le prime luci del giorno di questa mattina (5 settembre). Non è da escludere l’intervento dell’elicottero dei Vigili del fuoco, che potrebbe sorvolare la zona per una ricognizione aerea. Al momento in quota sembra esserci nebbia, una condizione che potrebbe intralciare il lavoro dell’elicottero.

In mattinata è previsto l’arrivo in alta Valle anche degli uomini del Sagf, Soccorso alpino della Guardia di Finanza, e di una ulteriore unità cinofila del Soccorso alpino piemontese.

Sempre in mattinata è previsto anche l'arrivo della squadra locale di protezione civile.

Chiunque abbia segnalazioni o informazioni che possono rivelarsi utili alle ricerche è invitato, ovviamente, a contattare il 112.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium