/ Cronaca

Cronaca | 08 maggio 2024, 09:04

Aggressioni e furti nelle tratte ferroviarie tra Mondovì, Vicoforte e Ceva: per due ventenni scatta la misura della sorveglianza speciale

Più volte denunciati e condannati, i due giovani italiani era già stati sottoposti a Daspo

La Questura di Cuneo

La Questura di Cuneo

Personale della Divisione Anticrimine della Questura di Cuneo ha eseguito un decreto emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Torino sottoponendo alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di soggiorno nel Comune di residenza per la durata di anni tre nei confronti di due cittadini italiani residenti nel Cebano, rispettivamente di 21 e 22 anni.

In passato i giovani, oltre che per reati contro il patrimonio, sono stati più volte denunciati e condannati per una serie di reati quali lesioni personali aggravate, interruzione di pubblico servizio, danneggiamento, violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Nonostante fossero destinatari della misura di prevenzione personale atipica del Daspo Urbano, emessa dal Questore di Cuneo, i giovani non hanno mutato la loro condotta di vita, continuando nelle loro azioni delinquenziali, non prestando alcuna attività lavorativa e vivendo dei proventi delle attività illecite.

Nei primi mesi del corrente anno, in più circostanze, hanno concentrato le loro azioni delittuose nelle tratte ferroviarie tra Mondovì, Vicoforte e Ceva, con azioni violente nei confronti dei capostazione e operando furti ai danni dei passeggeri.

Per tali fatti, il Giudice dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Torino, tenuto conto della personalità e della particolare pericolosità sociale dei soggetti, di elevata indole delinquenziale, ha accolto la richiesta per l’applicazione nei loro confronti della misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di soggiorno nel Comune di residenza per la durata di anni tre

I due giovani dovranno inoltre osservare alcune prescrizioni, come quella di trovare un lavoro stabile entro 30 giorni, di non detenere o portare armi, di non accedere agli esercizi pubblici e ai locali di pubblico trattenimento nelle ore pomeridiane, non rincasare la sera dopo le 21 e non uscire la mattina prima delle 7 di non partecipare a pubbliche riunioni.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium