/ Economia

Economia | 11 settembre 2019, 13:15

Lo sportello della CRS-Bper di Falicetto di Verzuolo prossimo alla chiusura: il Comune vuole incontrare i vertici della Cassa di risparmio

L’Amministrazione cita anche uno studio di Excellence Consulting, società di consulenza di Milano, pubblicato nei giorni scorsi sulle principali testate italiane. La ricerca dimostrerebbe come la diminuzione del numero di sportelli non sia sinonimo di aumento di redditività del settore bancario

Lo sportello della CRS a Falicetto di Verzuolo

Lo sportello della CRS a Falicetto di Verzuolo

Lo sportello della Cassa di risparmio di Saluzzo è prossimo alla chiusura.

La politica intrapresa dalla CRS-Bper porterà, infatti, alla soppressione di tre sportelli distaccati (oltre a Falicetto anche Brossasco e Mondovì alta) e di due agenzie di Saluzzo.

Gli sportelli dell’Istituto passano quindi da 27 a 22.

Tuttavia, l’Amministrazione comunale di Verzuolo ha assunto, sin da subito, una posizione fortemente critica rispetto alla decisione della CRS-Bper, chiedendo formalmente, un incontro sia al presidente del CdA, sia al direttore generale dell’Istituto e al presidente della Fondazione CRS.

Obiettivo: “rivedere la decisione assunta, che avrà ripercussioni negative sul territorio. Un

territorio nei confronti del quale proprio una Cassa di Risparmio Territoriale dovrebbe per sua natura porre un’alta attenzione nell’interesse di cittadini e imprese locali”.

L’Amministrazione comunale ha posto anche l’accento sul fatto che lo sportello di Falicetto è l’unico della frazione, e con la sua chiusura verrebbe quindi meno un importante servizio per i cittadini”.

Oggi (11 settembre) il Comune torna sulla vicenda, chiedendo nuovamente un incontro alla Crs-Bper.

Per rafforzare la sua tesi, l’Amministrazione cita un recente studio di Excellence Consulting, società di consulenza di Milano, pubblicato nei giorni scorsi sulle principali testate italiane. La ricerca dimostrerebbe come la diminuzione del numero di sportelli non sia sinonimo di aumento di redditività del settore bancario.

“L’analisi – spiegano dal Comune – confronta il numero degli sportelli bancari, la redditività ed il prodotto interno lordo (Pil) di Italia, Francia, Spagna, Germania e Gran Bretagna dal 2013 al 2018.

In Francia, ad esempio, la redditività del sistema bancario tra il 2013 e il 2018 è rimasta su valori medio-elevati (tra il 6 e il 6,7%) eppure il numero degli sportelli è cresciuto: da 57 ogni 100mila abitanti nel 2013 a 62 nel 2018. Al contrario, in Germania il numero di filiali è diminuito (da 47 a 36), ma la redditività è inferiore a quella francese con valori che hanno oscillato tra l’1,3% e il 2,3%.

Excellence Consulting spiega come per aumentare la redditività del sistema bancario a livello microterritoriale sia necessario ‘intervenire sulla capacità di generare ricavi per dipendente perché la riduzione del numero degli sportelli riduce di sicuro i costi ma ha spesso anche un effetto negativo sui ricavi, oltre a lasciare non presidiate alcune aree geografiche del Paese, talvolta sedi anche di rilevanti distretti industriali’.

L’analisi della società di consulenza rafforzerebbe la posizione dell’Amministrazione comunale di Verzuolo nel contrastare quanto sta accadendo a Falicetto.

La pubblicazione della ricerca rappresenta altresì l’occasione – per il Comune di Verzuolo – per ribadire la necessità di un incontro con il presidente del Consiglio di Amministrazione ed il direttore generale della CrSaluzzo–Bper.

Ni.Ber.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium