/ Attualità

Attualità | 14 febbraio 2017, 16:24

A Pian Munè esercitazione militare in uno scenario di guerra, con liberazione di ostaggi ed evacuazione

E' prevista per il 18 febbraio ed è organizzata dall'Unione nazionale Ufficiali in congedo

A Pian Munè esercitazione militare in uno scenario di guerra, con liberazione di ostaggi ed evacuazione

Sì svolgerà il 18 febbraio nella località sciistica di Pian Munè, nel comune di Paesana, un'esercitazione per team (o pattuglie militari) organizzata dalla sezione cuneese dell'Unione Nazionale Ufficiali in Congedo. 

Oltre che dal Piemonte, all'evento prenderanno parte riservisti facenti capo all’UNUCI o ad altre Associazioni d’Arma provenienti dalla Lombardia, dalla Liguria, oltre a personale del Corpo Militare della Croce Rossa. La manifestazione, che si caratterizza per essere una delle poche svolte in ambiente innevato, prevede l'utilizzo delle più recenti tecniche informatiche per la localizzazione delle squadre e le comunicazioni.

Lo scenario ipotizzato è quello di risposta ad una crisi con l’intervento di forze militari con funzioni di deterrenza tra due fazioni in ostilità. Le diverse prove che i team dovranno sostenere rientrano in questo tipo di missione e prevedono la liberazione di ostaggi, il primo soccorso, la raccolta informazioni, l’evacuazione a mezzo elicottero (simulato) ed altro ancora. L’esercitazione, promossa dal Comando Esercito Piemonte, ha visto la collaborazione del comune di Paesana, del locale gruppo ANA e della gestione impianti di Pian Munè. Va sottolineato l'apporto sostanziale dei reparti di stanza a Fossano, 1° Reggimento Artiglieria Terrestre (Mont.) ed il 32° Reggimento Genio Guastatori Alpino.

cs

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium