/ Attualità

Attualità | 04 maggio 2020, 11:15

Fossano, nel giorno della riapertura un cartello polemico sul portone del comune: "Basta parole, dal governo ci vogliono fatti concreti"

"Negozi, commercianti, artigiani, agricoltori, bar, ristoranti, studenti, lavoratori dipendenti, cassa integrati sono i dimenticati dal governo!"

Fossano, nel giorno della riapertura un cartello polemico sul portone del comune: "Basta parole, dal governo ci vogliono fatti concreti"

"Negozi, commercianti, artigiani, agricoltori, bar, ristoranti, studenti, lavoratori dipendenti, cassa integrati sono i dimenticati dal governo!!"

Recita così un cartello apparso nella mattinata di oggi - lunedì 4 maggio, data d'inizio della "fase 2" della lotta al Coronavirus, quella che coincide con una cauta ripartenza delle attività produttive in tutto il paese - sulla porta del comune di Fossano.

"Basta parole, ci vogliono fatti concreti ed euro VERI! - si legge ancora - Contributi in conto capitale per la riapertura subito. Noi fossanesi abbiamo sempre pagato tasse alle Stato e ora che abbiamo bisogno di un aiuto... per una volta... il Governo è in vacanza???"

A manifestare proprio davanti al palazzo il sindaco Dario Tallone, la Giunta, rappresentanti di ASCOM e Confartigianato e i rappresentanti della Lega Giorgio Maria Bergesio e Flavio Gastaldi.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium