/ Attualità

Attualità | 04 maggio 2020, 20:25

Ri-ncontriamoci in biblioteca: a Caramagna Piemonte si lavora con la speranza di poter riaprire il 18 maggio

Due gli obiettivi principali: garantire la sicurezza dei lettori e rilanciare progressivamente le attività

Ri-ncontriamoci in biblioteca: a Caramagna Piemonte si lavora con la speranza di poter riaprire il 18 maggio

 

La Biblioteca Civica “Luigi Ornato” di Caramagna Piemonte spera di poter riaprire il 18 maggio. Alla luce delle nuove misure sanitarie, i volontari dell’Associazione CaraBiblioteca seguiranno due obiettivi principali: garantire la sicurezza dei lettori e rilanciare progressivamente le attività.

“Per quanto riguarda la sicurezza, abbiamo provveduto all’acquisto, oltre che di detergenti, guanti e mascherine, di uno sterilizzatore per i libri che vengono restituiti e di un separatore in plexiglass da adattare ai tavoli di consultazione – dice la presidente dell’associazione Daniela Oddenino - Ma ciò che più ci interessa è che le persone, e soprattutto i bambini, tornino a frequentare la biblioteca. Per questo abbiamo pensato ad un “doppio binario”. Nel primo periodo cercheremo, pur riaprendo, di ampliare le attività “a distanza”, tra cui potenziare il prestito digitale che ci offre il sistema Bibliotecario di Fossano, ma ancora scarsamente utilizzato, rendere più incisiva la nostra presenza sui social per informare e consigliare libri, infine realizzare video/audio-letture collettive tra tutti noi lettori, grandi e piccoli, in modo da sentirci più vicini.”

“Avremmo potuto già partire in questi due mesi con le attività a distanza, ma ogni volta la data di riapertura sembrava vicina e anche molti di noi volontari, in quanto lavoratori, hanno dovuto dare priorità al nuovo tipo di lavoro da casa e alla gestione familiare”.

Solo più avanti, quando sarà più sicuro, torneranno i lettori in presenza agli incontri culturali e alle letture animate. Tra questi, ci sarà certamente un ricordo speciale all’opera svolta per la comunità da Mario Galleano, morto improvvisamente in questo periodo e a cui non è stato possibile rendere omaggio, e poi la pubblicazione e il convegno sugli Statuti ritrovati di Caramagna.

La mostra-concorso “Donne che leggono”, che era stata organizzata in collaborazione con lo studio fotografico Controluce per la Festa della donna, è stata spostata a settembre, in occasione dei festeggiamenti patronali.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium