/ Attualità

Attualità | 20 giugno 2020, 10:20

Erba alta attorno alle scuole di Mondovì: Forza Italia parla di "foresta verde dell'incuria"

Il portavoce, Giampiero Caramello: "Non facciamo come a livello nazionale, diamo dignità alla scuola"

Erba alta attorno alle scuole di Mondovì: Forza Italia parla di "foresta verde dell'incuria"

La "denuncia" giunge direttamente da Forza Italia Mondovì, a firma del suo portavoce, il consigliere comunale monregalese Giampiero Caramello: attorno alle scuole l'erba è troppo alta.

"Veniamo da una pandemia mondiale dove il virus ha fermato l'Italia, creando enormi difficoltà sia nel settore pubblico che nel privato. Ahimé anche la scuola, istituzione fondamentale per la formazione dei nostri ragazzi, ha pagato un caro prezzo e tutt'oggi le scelte (o meglio le non scelte) dell'attuale Governo paiono alquanto discutibili, lasciando il mondo dell'istruzione sostanzialmente abbandonato a se stesso e con nessuna o quasi certezza per il futuro", si legge nella nota stampa diramata.

"Con grande dispiacere questa percezione di abbandono delle scuole la si ha anche nella città di Mondovì: diversi plessi scolastici comunali sono ammantati da una foresta verde dovuta all'incuria. L'immagine che se ne ricava è desolante: le molte segnalazioni ricevute mi hanno invitato a verificare di persona e le fotografie fatte parlano da sole.

Il tempo e le molte piogge - continua Caramello - non hanno sicuramente aiutato, ma è evidente che da mesi non si provvede a fare la dovuta manutenzione dei giardini circostanti i plessi scolastici, sia in città che nelle frazioni. Dalle elementari di Breolungi a quelle del Ferrone fino alle elementari di Borgo Aragno (zona industriale), dalle medie Anna Frank alle materne del Ferrone alla scuola dell'infanzia di Rifreddo: le nostre scuole sono di fatto state dimenticate. È vero, il verde cittadino da curare è molto, ma è altrettanto vero che non ci si dovrebbe fermare solo alle zone più visibili e centrali come l'aiuola della rotonda/fontana dei bambini di Breo, oppure al verde del Monumento ai Caduti di piazza Carlo Ferrero: purtroppo le realtà trascurate sono molte e non riguardano solo le scuole".

Giampiero Caramello conclude affermando che "la mia segnalazione vuole essere di stimolo all'amministrazione comunale, affinché intervenga in modo più puntuale e rapido, assicurando priorità di intervento alle scuole. Non facciamo come a livello nazionale: la scuola è la linfa fondamentale di una società, garantiamo la dignità che le istituzioni, tanto più scolastiche, si meritano. Speriamo che le risposte non giungano sotto forma di attacco personale… Come qualcuno ci ha abituato".

Alessandro Nidi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium