/ Attualità

Attualità | 09 luglio 2020, 17:45

Boves, allarme mascherine abbandonate?

La minoranza interroga il sindaco per sapere quali provvedimenti intenda adottare per la raccolta e il loro smaltimento

Boves, allarme mascherine abbandonate?

Al problema delle buste e delle bottiglie di plastica abbandonate, si aggiunge ora anche quello delle mascherine e dei guanti utilizzati durante l’emergenza Coronavirus.

La questione pare aver assunto dimensioni preoccupanti all’ombra della Bisalta dove la minoranza del Comune di Boves ha rivolto un’interrogazione al sindaco per sapere quali provvedimenti intenda adottare per la raccolta e il loro smaltimento.

I consiglieri di opposizione Gianni Martini, Costanza Lerda, Valeria Arpino e Beppe Marro vogliono sapere dal primo cittadino, Maurizio Paoletti, che iniziative voglia assumere al riguardo.

Un bel rompicapo per l’avvocato Paoletti, dato che non esistono ancora direttive al riguardo e la voce non è ancora contemplata nei protocolli dei consorzi rifiuti.

Un grattacapo quasi peggiore di quello cui Paoletti, che è anche segretario provinciale di Forza Italia, deve fare fronte in questo suo secondo ruolo.

Dare soddisfazione alla minoranza su come smaltire mascherine e guanti in lattice diventa sicuramente complicato almeno quanto tenere unito il suo partito, sotto pressione per la campagna acquisti cui è sottoposto da parte di Fratelli d’Italia, e per la tentazione non ancora del tutto sopita del governatore regionale, Alberto Cirio, di cambiare casacca.

La risposta dell’avvocato Paoletti all’opposizione potrebbe “fare giurisprudenza” sullo smaltimento mascherine, dal momento che quello di Boves è il primo caso che si registra in provincia.

 

GpT

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium