/ Economia

Economia | 20 settembre 2020, 13:00

Bitcoin e le ultime previsioni: le chance di superare quota 100 mila dollari

Qualsiasi hodler ha un sogno ben chiaro in testa in questo periodo ed è quello di vedere la quotazione del Bitcoin salire fino a toccare i 100 mila dollari.

Bitcoin e le ultime previsioni: le chance di superare quota 100 mila  dollari

Qualsiasi hodler ha un sogno ben chiaro in testa in questo periodo ed è quello di vedere la quotazione del Bitcoin salire fino a toccare i 100 mila dollari. Cominciamo subito con sottolineare come si tratti di un vero e proprio sogno, visto che la realtà è ben altra cosa. Si sta discorrendo a lungo se possa essere solamente un sogno che rimarrà tale oppure se c’è anche una minima chance che il prezzo del Bitcoin possa arrivare prima o poi a tale “vette”.

Bitcoin: può davvero arrivare a 100 mila dollari?

Un primo passo è quello di comprendere quali potrebbero essere le principali fonti di finanziamento per il Bitcoin per poter raggiungere una simile soglia. Ebbene, si tratta di soggetti privati, che hanno inevitabilmente la possibilità di mettere sul tavolo un patrimonio netto impressionante. Altre possibili fonti? Degli investitori istituzionali oppure dei Paesi che mirerebbero a tutelarsi contro l’allentamento quantitativo.

Gli addetti ai lavori evidenziano come le chance che la quotazione del Bitcoin possa arrivare a toccare la quota di 100 mila dollari sarebbe qualcosa di eccezionale, eppure si tratta di un evento che difficilmente si potrebbe verificare. Anzi, è destinatario un sogno: bellissimo, ma pur sempre tale. Cerchiamo comunque di chiarire un aspetto che potrebbe tornare utile per tutti coloro che sono soliti fare trade bitcoin con una delle piattaforme più vantaggiose e affidabili come Plus500.

Le previsioni di PlanB

C’è qualcuno, però, che ha un pensiero totalmente opposto rispetto a gran parte degli analisti. Si tratta di PlanB, ovvero colui che ha realizzato in prima persona lo stock-in-flow e che nutre delle speranze particolarmente ottimistiche per quanto riguarda l’argomento della quotazione della criptovaluta più famosa in tutto il mondo. Pochi giorni fa, sul celebre social network di Twitter, infatti, ha pubblicato un post in cui ha messo in evidenza come, dando un’occhiata approfondita e analizzando i vari modelli storici, il prezzo del Bitcoin potrebbe essere giunto ad un’altra fase rialzista della sua storia.

Stando al parere e all'analisi che è stata diffusa tramite Twitter, quindi, pare proprio che non si debba poi aspettare chissà quanto prima di osservare da molto vicino questo trend rialzista. Anzi, pare che a breve la ben nota valuta digitale dovrebbe superare l soglia dei 10 mila dollari.

Sempre stando a PlanB, dal confronto con un grafico precedente, che risale al 14 settembre, si può notare in modo abbastanza evidente come il Bitcoin stia proseguendo in modo assolutamente positivo nel suo percorso per diventare un vero e proprio assetto di classe. Mediamente, secondo le stime, pare che il prezzo del Bitcoin dovrebbe arrivare a toccare quota 288 mila dollari ben prima del 2024.

I tori la pensano in maniera differente

Certo, si tratta di un'analisi anche approfondita, ma non rispecchia affatto, invece, la posizione e il pensiero dei tori, che hanno in mente un futuro completamente diverso per il mercato delle criptovalute. Un comunicato di CT che è stato recentemente diffuso a livello internazionale ha messo in evidenza come ci

siano analisti del calibro di Michael Van De Poppe, che hanno notato dei punti in comune all'interno dei grafici Bitcoin in seguito all'halving che è stato registrato nel corso del mese di maggio, rispetto ai livelli che sono stati toccati ben quattro anni fa.

Non solo, dal momento che a supporto di tale tesi è stato inserito il fatto che l'aumento dei prezzi sarà certamente progressivo, ma anche decisamente lento: i consolidamenti potenziali potrebbe durare anche fino al 2021, sulla falsariga di quello che si è potuto osservare nel 2016. Da dove arriveranno i fondi che porteranno il prezzo del Bitcoin a superare quota 100 mila dollari? PlanB ha supportato la sua tesi sostenendo che possano arrivare da soggetti privati molto ricchi, così come investitori istituzionali che vogliono tutelarsi rispetto all'allentamento quantitativo.

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium