/ Attualità

Attualità | 23 novembre 2020, 15:28

Garessio, ritrovate 58 salme del cimitero di Trappa: 14 quelle identificate

Le restanti, non identificate, sono state singolarmente inumate nel campo comune all’ingresso del cimitero del capoluogo. Nel corso dell'alluvione sono state portate via dal Tanaro 121 bare alle quali si aggiungono le cassette dell'ossario

Il cimitero di Trappa dopo l'alluvione (Foto Facebook Umberto Ferraris)

Il cimitero di Trappa dopo l'alluvione (Foto Facebook Umberto Ferraris)

L'alluvione dello scorso 2 ottobre, che aveva devastato tutta la val Tanaro, non aveva risparmiato neanche il cimitero garessino di Trappa. 

Il camposanto, che sorge sulle rive dell’acqua, non solo era stato gravemente danneggiato dal fango e dai detriti, ma la forza del Tanaro aveva portato via numerose bare, alcune delle quali giunte fino a Bagnasco. Per il recupero delle salme era stato chiesto anche l'intervento della squadra droni della Protezione Civile del coordinamento del volontariato di Cuneo. 

Nel corso del consiglio comunale dello scorso martedì 17 novembre, la minoranza ha chiesto aggiornamenti all'amministrazione in merito alla situazione del camposanto, alla sua messa in sicurezza e sul recupero delle salme. 

"Nel corso dell'alluvione sono state 121 le salme disperse alle quali si aggiungono le cassette dell’ossario. Al momento sono 58 quelle recuperate, 14 delle quali identificate e sistemate secondo le indicazioni dei familiari" - ha spiegato il sindaco di Garessio, Ferruccio Fazio"Le restanti, non identificate, sono state singolarmente inumate nel campo comune all’ingresso del cimitero del capoluogo". 

Per quanto riguarda la messa in sicurezza del cimitero, in risposta all’interrogazione dei consiglieri di minoranza, il sindaco ha spiegato: “Era prevista la realizzazione di una scogliera difensiva. L’intervento di circa 90 mila euro è stato finanziato con fondi ATO. Il termine dei lavori, appaltati alla ditta ICOSE, era previsto per dicembre 2020. Al momento sono in corso le operazioni, a seguito di ordinanza sindacale di somma urgenza, per il rifacimento del muro lato Tanaro (sottomurazione con micropali e muro in cemento armato). In seguito è prevista una fase di difesa del cimitero con utilizzo fondi regionali e/o ATO". 

Sul territorio comunale sono previsti diversi interventi di messa in sicurezza per i quali è già stata disposta ordinanza sindacale, in particolare: movimentazione in alveo e realizzazione di rilevato a protezione del cimitero in località Trappa; disalveo del fiume Tanaro tra il ponte “Generale Odasso” e il ponte “Paolini”; disalveo del fiume Tanaro nel tratto compreso tra il ponte “Paolini” e il “Ramo Verde”; movimentazione materiale d’alveo presso la località Cometto a protezione della località Trappa; messa in sicurezza del cimitero della località Trappa mediante opere di sottomurazione con la tecnica di micropali. Sono altresì in corso d’opera interventi per la messa in sicurezza del territorio in località Bastianetti, Porenca e Valsorda. Nell’ambito degli interventi di urgenza sono in corso di pianificazione con i competenti uffici regionali interventi di protezione e difesa spondale del centro, della località Trappa e cimitero e il ripristino delle strade comunali danneggiate inclusa la pista ciclabile.

Arianna P.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium