ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Attualità

Attualità | 27 novembre 2021, 14:58

Alba, intitolata a Roberto Ponzio la galleria della Maddalena

Il pioniere della promozione del Tartufo Bianco d'Alba celebrato oggi con un targa che darà il nome allo storico luogo del mercato del tartufo albese affacciato su via Maestra

Alba, intitolata a Roberto Ponzio la galleria della Maddalena

Sabato 27 novembre, alla presenza di diverse personalità istituzionali, il sindaco di Alba Carlo Bo insieme all’avvocato Roberto Ponzio, accanto alla famiglia, ha scoperto la targa d’intitolazione della galleria della Maddalena al padre di quest’ultimo, Roberto Ponzio (1923-2008), imprenditore albese e promotore della tartuficoltura.

Nell’anno di Alba Capitale della Cultura di Impresa e inserira nel calendario degli eventi della 91ª Fiera internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, la cerimonia ha avuto luogo alla presenza di un folto pubblic,  alla presenza del presidente della Regione Alberto Cirio, del presidente della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d'Alba Liliana Allena, del presidente del Centro Nazionale Studi Tartufo Antonio Degiacomi, del presidente dell’Associazione Commercianti Albesi Giuliano Viglione e del presidente dell'Associazione Trifulau Albese Mario Aprile.

Tanti, e significativi, gli interventi susseguitisi, aperti dal sindaco Carlo Bo: "Siamo felici di poter intitolare questo spazio a un nostro concittadino che ha fatto grande la nostra città. Se oggi il tartufo è un simbolo del nostro territorio, lo dobbiamo anche a Roberto Ponzio, che vorrei ricordare insieme a sua moglie, la signora Maria, che per oltre 40 anni ha gestito il negozio in via Maestra".

Quindi la presidente dell'Ente Fiera Liliana Allena, che ha citato il suo celebre "No tree, no truffle: senza alberi, niente tartufi, ricordando le intuizioni del pioniere Ponzio: "La sua fu un’opera compiuta a partire da una spiccata visione per l’importanza della promozione, ma anche con la lungimirante sensibilità verso tematiche quanto mai attuali, quali l’importanza di conservare le condizioni ambientali necessarie alla nascita del Tuber magnatum Pico”.

Dopo il sindaco di Neive, Annalisa Ghella, che ha recentemente conferito la cittadinanza onoraria al commendator Ponzio, che del paese langarolo era originario, è toccato a Giuliano Viglione, promotore con l'ACA della proposta di intitolazione prontamente recepita dall'Amministrazione comunale albese. "La galleria della Maddalena è stata la storica sede del mercato della Fiera, prima che trovasse collocazione stabile nel cortile della Maddalena, e Roberto Ponzio fu tra i promotori della regolamentazione della commercializzazione del tartufo".

Quindi Antonio Degiacomi, con un aneddoto su un'antica compravendita ricordata a decenni di distanza da un vecchio trifulau, a sottolineare l'onestà e l'umanità del Commendator Ponzio, e Mario Aprile, con il saluto dei cercatori di tartufo, accompagnati dai fedeli tabui.

L'intervento successivo è toccato al presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, che è partitoricordando come il successo di Alba discenda dal grande lavoro di diverse famiglie albesi, Ferrero in primis, tra le quali i Ponzio rientrano a pieno titolo: "Ci sono dei veri e propri eroi che hanno fatto la storia della città, ma spesso li abbiamo così vicini che ce li dimentichiamo... Ben venga la scelta di oggi di intitolare uno spazio non casuale a Roberto Ponzio, perché abbiamo il dovere di essere consci della nostra storia e delle nostre radici". Lodando il lavoro del figlio del Commendator Ponzio, l'avvocato Roberto Ponzio, il cui prezioso lavoro ha consentito importanti battaglie in sede europea sull'applicazione dell'IVA al Tartufo Bianco d'Alba, evitando sperequazioni con Paesi vicini come Croazia e Slovenia, proprio quest'ultimo ha preso la parola in ricordo del padre.

"L'avverbio che accompagna il momento di oggi non può che essere: finalmente!
È gratificante che non sia stata scelta una via qualsiasi da intitolare a mio padre, ma un luogo ben specifico, dove si è scritta la storia del Tartufo Bianco d'Alba"
. Citando un'altra frase del padre, "Alba è il tartufo e il tartufo è Alba", l'avvocato Ponzio ha quindi lanciato la proposta di fare della galleria uno spazio iconico, come i grandi mercati di numerose città europee, anche in previsione del riconoscimento Unesco della cerca e cavatura del tartufo come patrimonio immateriale dell'umanità.

Accanto alla targa, svelata insieme a tutta la famiglia, sono quindi state scoperte anche due fotografie storiche che ritraggono i trifolau intenti nella contrattazione dei tartufi con Roberto Ponzio, durante il mercato del tartufo di diversi anni fa.

 

 

Pietro Ramunno

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium