ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 20 aprile 2023, 15:44

Chiedere soccorso in aree non coperte da segnale cellulare? Con un Iphone 14 si può

L'azienda Zero Regione Piemonte è stata scelta da Apple per gestire questo innovativo servizio per tutta Italia, gestito tramite le centrali del NUE 112. Soddisfazione da parte dell'assessore Icardi. La catena operativa viene attivata dalla chiamata inviata tramite il servizio di Apple “SOS Emergenze via satellite”

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Quante volte, in caso di richiesta di aiuto per un soccorso in montagna, il problema principale è la mancanza di connessione e quindi l'impossibilità di effettuare una chiamata o mandare un messaggio? Se si è in gruppo, cosa sempre auspicabile, è uno dei compagni di gita o escursione a muoversi per cercare una zona coperta, ma se si è da soli, magari feriti, non è difficile immaginare quali possano essere le conseguenze.

Sono ancora molte le aree non coperte da segnale in Italia, a partire da quelle alpine della Granda. Ma la tecnologia può essere un ausilio importante, addirittura vitale. Da qualche settimana è stato attivato un servizio molto importante proprio quando si è nella situazione di mancanza di copertura. Certo, al momento è limitata agli ultimi nati in casa Iphone, ma è pur sempre un inizio.

Ed è il Piemonte la regione pilota, per tutta Italia. Lo ha annunciato l'assessore regionale alla Sanità Genesio Luigi Icardi.

Dallo scorso martedì 28 marzo, infatti, nel nostro territorio è attivo l’innovativo Servizio di sicurezza SOS Emergenze via satellite di Apple, che permette a chi usa un iPhone 14 di inviare e ricevere messaggi con servizi di emergenza quando si trovano al di fuori della copertura cellulare e Wi-Fi.

La catena operativa viene attivata dalla chiamata inviata tramite il servizio di Apple “SOS Emergenze via satellite” e permette di interfacciare correttamente il sistema nazionale di raccolta e gestione delle chiamate di emergenza.

Grazie alle nuove tecnologie, tutti i modelli della linea iPhone 14 possono connettersi direttamente ad un satellite, grazie ad una combinazione di componenti hardware e software profondamente integrati. SOS Emergenze offre la possibilità ad un satellite per condividere informazioni critiche con i servizi di emergenza.

Per l’Italia Apple ha individuato Azienda Sanitaria Zero Regione Piemonte, con le sue Centrali NUE, quale Struttura Nazionale di ricevimento delle richieste tramite Iphone 14.

Questo servizio innovativo mette in contatto l’utilizzatore dello smartphone con centri di smistamento in cui operano specialisti in emergenza formati da Apple e che, per gli SOS Emergenze sul territorio italiano, contatteranno Azienda Sanitaria Zero Regione Piemonte, attraverso le sue Centrali NUE 112.

Operativamente, il nuovo Servizio permette agli utilizzatori dei modelli iPhone 14 di attivare una connessione satellitare di emergenza, anche in assenza di qualsiasi connessione. In particolare, il satellite trasmette all’utente in difficoltà un form di istruzioni per comunicare la richiesta di emergenza alla Centrale NUE del Piemonte, che a sua volta la smista in tempo reale alla Centrale di emergenza di competenza sul territorio italiano.

Le prime due chiamate di emergenza gestite dalla Centrale 112 del Piemonte attraverso il nuovo Servizio di sicurezza SOS Emergenze via satellite di Apple, sono state localizzate in Sicilia (Parco dei Nebrodi) e in Abruzzo (Parco nazionale del Gran Sasso).

L’assessore alla Sanità del Piemonte rileva l’importanza di questo servizio, che riconosce la capacità di Azienza Zero e la professionalità degli operatori NUE 112 del Piemonte, aggiungendo la disponibilità ad attivare ulteriori collaborazioni con altre società del settore della telefonia.

IL NUE 112, lo ricordiamo, è il numero unico delle emergenze, quello dove arrivano tutte le chiamate e richieste di intervento, che vengono da qui trasferite all'ente preposto ad intervenire in base alla necessità, dai vigili del fuoco ai carabinieri. 

L’accordo tra Apple e Azienda Sanitaria Zero Regione Piemonte ha durata biennale. La prossima estate, stagione in cui la montagna è più frequentata, sarà un ottimo banco di prova per testare il nuovo importante servizio. 

Barbara Simonelli

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium