/ Attualità

Attualità | 25 febbraio 2024, 12:28

Fare impresa in un paese a oltre 1.200 metri di altitudine: al “Denina Pellico Rivoira” l'esperienza di Ostana e degli “Antagonisti” di Melle

All'istituto saluzzese prosegue la formazione ERASMUS+ "Impresa Etica e sostenibile"

Fare impresa in un paese  a oltre 1.200 metri di altitudine:  al “Denina Pellico Rivoira” l'esperienza di Ostana e degli  “Antagonisti” di Melle

Giovedì mattina la sede “Pellico” ha ospitato la sindaca di Ostana, Silvia Rovere, accompagnata da Matteo, Enrico, Serena, Emanuela e Federico che, in montagna, si occupano di allevamento, edilizia, agricoltura, scuola, accoglienza e attività culturali.

Tutti testimoni di come si possa fare impresa in un paese a oltre 1.200 metri di altitudine. Significativi gli spunti di riflessione che le loro storie hanno stimolato in previsione dell' appuntamento, proprio a Ostana, i prossimi 18 e 19 marzo.

Venerdì mattina gli studenti hanno poi dialogato con Enrico Ponza, cofondatore del progetto “Antagonisti” di Melle. Un progetto nato nel 2012 dal desiderio di fare impresa, ma con la convinzione che prendersi cura del territorio venga prima del profitto. L'attività si snoda tra produzione di birra, ristorazione, accoglienza e agricoltura in un'ottica di economia circolare.

"La sostenibilità – ha sottolineato Enrico – non è solo ambientale, ma anche sociale, perché un territorio non si rigenera senza il rispetto delle persone che lo abitano".

Il corpo docente ringrazia tutti per il prezioso contributo, spunto significativo di riflessione nel percorso di orientamento in uscita per tutti gli allievi.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium