/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche su facebook (Andrea Panarese zona Savona). Acquisto anche...

Società di trasporti assume autista professionista di bilico con patentino ADR. Inviare curriculum via mail

appartamento ammobiliato a Vigna, frazione di Chiusa di Pesio, vicinissimo a Cuneo e circa 20 km da Mondovà¬. a pochi minuti da Lurisia,adesso collegata con tutto il comprensorio...

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Politica | giovedì 21 aprile 2016, 16:54

Verso il voto: a Pontechianale è sfida tra due giovani

Da una parte Oliviero Patrile, maestro di sci e gestore del rifugio Vallanta, dall’altra Beatrice Ottonelli, titolare a Chianale della bottega artigiana “A la simo de l’arbu”

Dopo il ritiro dell’imprenditore saluzzese Danilo Rinaudo, la sfida amministrativa a Pontechianale, piccolo Comune dell’alta valle Varaita ai piedi del Colle dell’Agnello, avrà per protagonisti due giovani.

Da una parte Oliviero Patrile, maestro di sci e gestore del rifugio Vallanta, dall’altra Beatrice Ottonelli, titolare a Chianale della bottega artigiana “A la simo de l’arbu”.

Patrile guiderà la lista denominata “La flordalís ", costituita da otto giovani, che affermano di voler credere nel futuro di Pontechianale e per questo hanno voluto mettersi in gioco.

Ottonelli, dal canto suo, spiega che la denominazione della formazione potrebbe essere ancora suscettibile di qualche variazione e per questo preferisce non rendere noti il nome né i componenti della sua squadra.

Si sa comunque che della partita dovrebbero far parte, tra gli altri, Matteo Pischedda e Marco Cayre.

"La lista che stiamo predisponendo – spiega - sarà rappresentativa di tutto il territorio comunale e non solo, né prevalentemente, della frazione Chianale.
Nel rispetto delle differenze geografiche, economiche, paesaggistiche e di “attitudine” delle diverse frazioni del paese, cercheremo di sviluppare proposte ed iniziative per tutto il territorio, non senza porre attenzione alle comunità vicine delle valli Varaita, Po e Maira e del Queyras".

Il sindaco uscente, Alfredo Campi, 74 anni, che per due mandati consecutivi ha governato il paese ha deciso di ritirarsi, nonostante la legge gli consentisse la facoltà di un ulteriore mandato. 

 



G.T.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore