/ Attualità

Attualità | 22 settembre 2019, 16:29

"La Quercia del Myr": i premiati della terza edizione del concorso letterario nazionale (FOTO)

Susanna Gianotti, vincitrice assoluta, primeggia anche fra i racconti. Stefania Albani trionfa tra i romanzi inediti, Tina Caramanico fra quelli editi. Menzione speciale al nostro collaboratore Alessandro Nidi nella sezione dedicata al Ponte Morandi. Tanti ospiti illustri, fra cui Cristina Giordana, "Premio Montagna 2019"

A sinistra Cristina Giordana e Margherita Oggero, a destra il nostro collaboratore Alessandro Nidi. In alto, un momento della cerimonia di premiazione

A sinistra Cristina Giordana e Margherita Oggero, a destra il nostro collaboratore Alessandro Nidi. In alto, un momento della cerimonia di premiazione

La cultura e la letteratura si sono date appuntamento sabato 21 settembre a San Giacomo di Roburent, dove, presso il cinema-centro congressi, si è tenuta la cerimonia di premiazione della terza edizione del concorso letterario nazionale "La Quercia del Myr", indetto dall'associazione culturale "Savin" e patrocinato dal Comune di Roburent.

A fare gli onori di casa, oltre all'organizzatore Bruno Vallepiano e alla voce della serata, Lello Ceravolo, c'erano il sindaco, Giulia Negri, e il presidente della Commissione regionale piemontese per la Cultura, Paolo Bongioanni: entrambi hanno sottolineato il livello raggiunto dalla manifestazione, manifestando a parole la volontà di sostenerla con ulteriore impegno negli anni a venire.

La vincitrice assoluta del concorso è stata Susanna Gianotti con "Viaggi", capace di imporsi anche nella sezione racconti davanti a Giuseppina Gullì ("Storie d'Africa") e Paola Zugna ("Bika & Roby"). Fra i romanzi inediti, successo di Stefania Albani ("La stanza delle stoffe"), seguita da Manuela Zanotti ("1981, cronaca di un'estate") e Bruno Giachello ("Mago Mario"), mentre tra quelli editi il primo posto è andato a Tina Caramanico ("Un cattivo esempio), che ha preceduto Maurizio Matassi ("Ambra Celeste") e Fernando Santini ("SICE - Le bambole non hanno diritti").

Nella sezione speciale dedicata alla tragedia del Ponte Morandi, premiato anche il nostro collaboratore Alessandro Nidi con il racconto "Forse è già domani", tratto dalla storia vera di una famiglia di Mondovì scampata per pochi istanti al crollo (clicca qui per leggere la notizia). I testi giunti sono stati pubblicati in un'apposita plaquette; la cifra ricavata dalla sua vendita sarà devoluta interamente al comitato "Parenti delle vittime del Ponte Morandi", rappresentato per l'occasione dal presidente Egle Possetti.

Numerosi, inoltre, i "big" intervenuti: da Margherita Oggero, nota scrittrice torinese autrice di una fortunata serie di gialli pubblicati da Mondadori e vincitrice del premio "Bancarella" nel 2015, a Bruno Morchio, autore genovese noto soprattutto per le sue storie legate al personaggio da lui creato, Bacci Pagano, da Marino Magliani, noto scrittore e traduttore di origine ligure ed esule in Olanda, a Cristina Giordana, "Premio Montagna 2019" e autrice del best seller edito da Mondadori dal titolo "Portami lassù". Infine, Monica Bedana, direttrice della scuola di spagnolo dell'Università di Salamanca e nota traduttrice editoriale, a cui è spettato l'arduo compito di tradurre dall'italiano allo spagnolo il primo discorso di Papa Francesco, poi letto in tutto il mondo. 

Gli ospiti sono stati premiati con le opere di due importanti artisti: Francesco Russo, in arte "Burot", ed Enrica Noceto.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium