/ Attualità

Attualità | 02 dicembre 2015, 19:16

Busca: il Consiglio comunale attiva la convenzione per lo smaltimento dell'amianto domestico compatto

La mozione, presentata dal MoVimento 5 Stelle, è stata presentata nella seduta del 30 novembre

Busca: il Consiglio comunale attiva la convenzione per lo smaltimento dell'amianto domestico compatto

Accogliendo all’unanimità la mozione presentata dal consigliere comunale del Movimento 5 stelle Busca, Gianpiero Bianchi, il Consiglio comunale, nella seduta del 30 Novembre , si è impegnato ad attivare in tempi brevi, un servizio convenzionato per la rimozione e smaltimento dell’amianto, da effettuarsi con ditte specializzate, attraverso una procedura ad evidenza pubblica.

Lo scopo è fornire ai cittadini costi agevolati e predefiniti, oltre che qualità e completezza di esecuzione, nel pieno rispetto delle leggi. Esiste infatti una Delibera della Giunta Regionale, la n. 25-6899 del 2013, che definisce le modalità pratiche per la rimozione e la raccolta di materiali contenenti amianto, in utenze civili , da parte di privati cittadini. La stessa Delibera illustra in maniera dettagliata, tutte le operazioni che si possono fare e gli adempimenti richiesti, demandando sempre e comunque il ritiro a sole ditte certificate ed autorizzate.

Può capitare che a seguito di interventi di manutenzione o di adeguamenti edili, si incappi in piccoli manufatti in amianto e spesso non si sa come comportarsi per la rimozione ed il successivo smaltimento.

La difficoltà maggiore per il cittadino sta nel districarsi tra moduli e norme che regolano il corretto smaltimento di questi rifiuti, pericolosi e costi spesso molto variabili. La convenzione che con l’approvazione della mozione verrà attivata, servirà a semplificare l’iter al cittadino, sia nella fase iniziale di contatto della ditta autorizzata,che nella parte burocratica degli adempimenti di legge, iter indispensabile per eseguire un corretto smaltimento del materiale. Anche dal punto di vista economico, con una convenzione messa a gara su più ditte, il cittadino avrà prezzi chiari, predefiniti e sicuramente competitivi.

L’ufficio tecnico comunale sarà tenuto ad informare i cittadini al momento del rilascio di permessi per lavori edili dell’esistenza di questa possibilità, predisponendo un apposito modulo informativo con l’elenco degli interventi convenzionati ,il loro costo e la lista delle ditte aderenti alla convenzione. Il Comune darà visibilità sui siti istituzionali, dell’esistenza di questa opportunità per i cittadini.

L’adozione del provvedimento non comporterà oneri a carico del Comune, i costi e gli adempimenti saranno a carico delle ditte che accetteranno la convenzione. Nella motivazione della mozione il consigliere Bianchi ha richiamato il fatto che “la presenza nelle abitazioni private di manufatti di piccole dimensioni contenenti amianto sovente induce i proprietari a rimuoverli o a raccoglierli con modalità non corrette, esponendo così loro stessi e l’ambiente al rischio amianto. Esiste la possibilità che i detentori se ne disfino abusivamente, perché le complicazioni burocratiche e normative scoraggiano il privato verso la rimozione corretta o per la sottovalutazione dle problema.

"La convenzione – aggiunge il consigliere – si colloca nell’ambito del programma Ambiente del Movimento 5 Stelle, non solo semplificherà le procedure , ma incentiverà le rimozioni corrette a tutela e salvaguardia della salute pubblica . Si potrà evitare che i materiali contenenti amianto vengano abbandonati o smaltiti irregolarmente, esponendo eventuali persone presenti e comunque l’ambiente in generale al pericoloso rischio amianto.

c.s.

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium