/ Attualità

Attualità | 14 aprile 2016, 18:40

Villa Invernizzi: alcune precisazioni dall'ingegner Elena Lovera

Riceviamo e pubblichiamo

Villa Invernizzi: alcune precisazioni dall'ingegner Elena Lovera

Gentile Direttore,

per correttezza vorrei segnalarle alcune imprecisioni in merito all’articolo “Quale futuro per Villa Invernizzi, tra demolizione e "interesse storico"?” uscito sul Suo giornale nella giornata di ieri.

E’ una ricostruzione fantasiosa la circostanza per cui ci sarebbe stato un intoppo alla visita per la mancanza delle chiavi di ingresso della Villa stessa. Ovviamente i tecnici comunali si sono presentati con le chiavi dell’immobile per consentire la visita dei consilieri comunali; le chiavi a disposizione sono quelle di una porta secondaria posta sul lato dell’immobile ed è, infatti, da quell’accesso che si entra abitualmente aprendo dall’interno la porta principale. Il vicesindaco ha quindi cortesemente accompagnato il funzionario che aveva le chiavi, entrando dal retro.

Inoltre in merito al mio intervento leggo una sintesi che non corrisponde ai contenuti che ho inteso riferire.

Il Piano Regolatore prevede l’ampliamento di Via Ettore Rosa e un collegamento stradale tra la stessa e via Arnaud, nella posizione in cui si trova Villa Invernizzi. Coerentemente al P.R.G. è stato presentato e approvato un Piano Esecutivo Convenzionato dell’intera area edificabile e in tale contesto la Villa è stata accatastata come “immobile in corso di demolizione”. Successivamente la Soprintendenza ha dichiarato la Villa di interesse storico artistico decretandone la tutela: ciò che è stato presentato successivamente è una variante al Piano Esecutivo Convenzionato, non al Piano Regolatore.

Cordiali saluti,

ignegner Elena Lovera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium