/ Attualità

Attualità | 17 marzo 2017, 15:01

Villaggio sportivo Santa Lucia di Fossano: le associazioni sportive solidali con Arese

Braccini Atletica 75: “In questi anni sono stati valorizzati gli spazi e le associazioni”

Villaggio sportivo Santa Lucia di Fossano: le associazioni sportive solidali con Arese

La notizia della richiesta di recesso dalla gestione del villaggio sportivo Bongioanni di Fossano ha scaturito una serie di messaggi di solidarietà da parte delle realtà sportive coinvolte.

In un periodo di carenza di campi sportivi sul territorio, dopo la chiusura del campo Vallauri e del campo Coniolo e la temporanea inagibilità del campo Comunale, in una fase di crescita delle realtà sportive del territorio, questa rinuncia ha suscitato una serie di messaggi di simpatia nei confronti della famiglia Arese.

“Abbiamo avuto ottimi rapporti con la famiglia Arese in questi 4 anni – spiega Paolo Braccini, presidente dell’Atletica 75 - Grazie a loro lo spazio di Santa Lucia si è trasformato in un vero villaggio sportivo. La famiglia Arese ha superato gli oneri normalmente spettanti a un gestore portando a Fossano il cestista Dino Meneghin e organizzando il meeting di atletica con la partecipazione di diversi atleti olimpici italiani e stranieri nel 2013 che hanno dato una grande visibilità e un grande ritorno mediatico alla città e alle società che vi operano. Per noi è stato un avvio folgorante. Anche nella difficoltà di gestione di questi ultimi anni con un affollamento degli spazi difficili da far coincidere, la famiglia Arese si è posta da mediatore, cercando le vie del compromesso perché tutti i ragazzi dell’atletica e del calcio potessero avere uno spazio dove allenarsi. Si sono fatti portatori di quel diritto allo sport e non riteniamo giusto che siano state loro imputate problematiche di quell’impianto che sono nate alla realizzazione dell’impianto stesso. Le docce non hanno mai funzionato bene probabilmente per come sono state realizzate in partenza e i bagni sono al servizio del parco comunale e devono essere lasciati sempre aperti. Sono problematiche che non è giusto imputare al gestore che tra l’altro ha sempre messo a disposizione degli atleti gli spogliatoi del tennis. Il lavoro svolto in questi anni ha permesso un utilizzo valorizzante degli spazi e ci troviamo ora ad avere atleti come Luca Scaparone che, nel lancio del giavellotto, si è classificato 5° ai campionati italiani invernali. Anche nel percorso dell’estate ragazzi, che si stava avviando alla sua terza edizione era stato fatto un grande lavoro di coinvolgimento delle realtà sportive. Vorrei sottolineare che l’Atletica 75 saluta e ringrazia la famiglia Arese. Siamo convinti che continueremo a lavorare insieme e che questo sia solo un arrivederci”.

Anche il Baseball Fossano si dichiara solidale con l’Olimpia, difendendone l’operato: “Tutti noi vogliamo con forza testimoniare, in pieno disaccordo con quanto letto, che le attività della Olimpia e di Arese hanno sempre avuto l’obiettivo di contribuire alla valorizzazione del villaggio sportivo Bongioanni, mettendo in atto tutte quelle azioni comunitarie che, per quanto ci riguarda, hanno raggiunto ottimi risultati – dichiarano infatti - La situazione che si è creata e le dimissioni di Arese ci impongono, per il rispetto della verità e alla luce della nostra esperienza personale, di esprimere la nostra piena solidarietà a tutta l’Associazione e ai responsabili, anche direttamente chiamati in causa da discutibili attacchi mediatici. Centinaia di bambini e ragazzi hanno trovato nel Villaggio Sportivo Bongianni un luogo adeguato per praticare il proprio sport o passare il proprio tempo libero. Tutto questo grazie a strutture e servizi e a un ambiente familiare e accogliente, nel pieno rispetto degli utilizzatori e in virtù di un modus operandi basato sulla “filosofia sportiva”. Determinante il ruolo della famiglia Arese che si è prodigata con grande generosità, competenza e professionalità al servizio delle associazioni che gravitano intorno al Villaggio Sportivo ed ai loro associati. Il modo di lavorare, in collaborazione con tutte le associazioni, ha reso un servizio alla comunità contribuendo in maniera evidente alla valorizzazione e alla trasformazione di un semplice Centro Sportivo in un fiore all’occhiello per la Città di Fossano. Il Villaggio Sportivo Bongioanni è un piccolo gioiello e l’Olimpia e Arese hanno operato in silenzio, senza clamore per mantenerlo tale, migliorarlo e sarebbe stato giusto che continuassero a gestirlo. Il loro progetto andava rispettato come coloro che vi hanno prestato la loro opera professionale e come la comunità che ne condivideva le sorti. Il Baseball Club Fossano è solidale con l’Associazione Olimpia e la famiglia Arese con i quali, in questi anni, abbiamo lavorato in sinergia e che hanno sempre soddisfatto le nostre richieste ottemperando con puntualità ai loro doveri e non solo. Siamo profondamente rammaricati per l’epilogo di questa vicenda che vede l’Olimpia rinunciare alla gestione e vogliamo pubblicamente ringraziare la Famiglia Arese e i suoi collaboratori”.

Purtroppo i lavori allo stadio Pochissimo hanno subito notevoli rallentamenti e abbiamo chiesto l’utilizzo del villaggio Santa Lucia – spiega Gianfranco Bessone, direttore sportivo del Fossano Calcio -. Ci auguriamo che si possa trovare una società che abbia voglia di continuare ad accudire il villaggio sportivo come merita. Nel nostro caso il campo è utilizzabile solo per gli allenamenti perché non ha recinzione né panchine e non è dunque omologato per le partite che abbiamo disputato in campi fuori città”.

La convenzione con Olimpia scadrà, come dai termini previsti nel contratto di gestione il 25 agosto prossimo e coinvolge la parte di villaggio della pista di atletica e campo da calcio e del diamante del baseball, resterà invece inalterata la parte del Tennis.

Agata Pagani

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium