/ Attualità

Attualità | 04 luglio 2019, 19:31

FAI Cuneo, Alberto Giaccardi: "Il divieto ai TIR in Val Roya è inaccettabile!"

"La provincia di Cuneo viaggia a velocità ridotta rispetto alle altre aree produttive italiane a causa delle carenze infrastrutturali nella regione"

Alberto Giaccardi

Alberto Giaccardi

Riprendendo il comunicato congiunto pubblicato dalle principali testate giornalistiche locali, il segretario generale di FAI Cuneo, il  dottor Alberto Giaccardi sottolinea come in questi 2 anni oltre al problema della Valle Roya, ci siano altri tempi altrettanto importanti che assolutamente devono essere risolti.

Eccone alcuni: il completamento dell’Asti Cuneo, più volte sollecitata al ministro Toninelli anche con la presenza presso il ministero delle infrastrutture, il rifacimento o la sistemazione della tangenziale di Fossano dal 24 giugno, l'ordinanza che vieta il transito ai veicoli con massa a pieno carico superiore a 20 tonnellate nel tratto compreso tra l'intersezione con la statale 28 e via Canetto (Comune di Rocca de' Baldi), l’incompiuta tangenziale a Saluzzo, la variante di Demonte; opera imprescindibile per la viabilità della Valle Stura e il conseguente raggiungimento del mercato francese e la congestione del traffico per chi deve transitare ad Alba.

Con queste forti carenze infrastrutturali tutto il comparto produttivo della Provincia di Cuneo viaggia a velocità ridotta rispetto ad altre aree produttive italiane.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium