/ Curiosità

Curiosità | 03 giugno 2020, 18:02

Nel weekend del 6 e 7 giugno i ristoratori e gli chef della provincia di Cuneo festeggiano con i menù del Tricolore

Dalle montagne alle colline, alle Langhe e Roero, ecco quali sono i ristoranti che aderiscono all'iniziativa lanciata dall'Associazione Albergatori Esercenti ed Operatori Turistici della provincia di Cuneo aderente a Confcommercio della Granda

Nel weekend del 6 e 7 giugno i ristoratori e gli chef della provincia di Cuneo festeggiano con i menù del Tricolore

“Il Coronavirus prima o poi verrà sconfitto – afferma Carlo Zarri, presidente dell’Associazione Albergatori Esercenti ed Operatori Turistici della provincia di Cuneo aderente a Confcommercio della Granda – e la ristorazione si prepara a esorcizzare le gravi conseguenze della chiusura imposta dal dilagare della pandemia e gli strascichi, di salute ed economici, subiti. Come chef e ristoratori teniamo a sottolineare e a valorizzare il forte spirito di solidarietà emerso e il senso di unione, forza e coesione del nostro territorio e del popolo italiano”.

Con questo spirito, l’Associazione ha ideato per il secondo fine settimana seguente la cessata emergenza dichiarata dal Governo, quindi il 6 e 7 giugno, la giornata “l’Italia si desta, i ristoranti festeggiano con i menù del tricolore”.

“Con questa iniziativa – spiega Zarri - i ristoratori aderenti proporranno alla propria clientela un’occasione per festeggiare il ritorno alla vita normale, valorizzando lo spirito e l’orgoglio di essere Italiani, proponendo un menù degustazione a prezzo definito che preveda un piatto a tema <<Tricolore>>, che valorizzi con i colori verde, bianco e rosso, gli ingredienti a chilometro zero dei territori della provincia di Cuneo”.

“I ristoranti aderenti all’iniziativa – aggiunge Carlo Zarri – caratterizzeranno adeguatamente il proprio locale con elementi Tricolore”.

“Con lo spirito di offrire – interviene Luca Chiapella, presidente di Confcommercio-Imprese per l’Italia della provincia di Cuneo - un’ampia panoramica sulle ricchezze dei prodotti tipici della nostra provincia, dalle colline alle montagne, che fanno dell’Italia la patria dell’enogastronomia, applaudo all’iniziativa, che vuole essere il segno della rinascita del Turismo in Granda”.

“L’iniziativa – conclude Chiapella – è organizzata con il supporto della Camera di Commercio di Cuneo, con il coordinamento fondamentale delle Ascom territoriali e dei Consorzi Conitours e Consorzio turistico Langhe Monferrato e Roero”. Gli aggiornamenti sui ristoranti partecipanti ed i loro menù del Tricolore potranno essere seguiti attraverso le pagine Facebook Confcommercio della provincia di Cuneo ed Associazione Albergatori”.

Di seguito i Ristoranti aderenti all’iniziativa “L’Italia si desta, I Menù del Tricolore:


Barolo, Hotel Barolo/Ristorante Brezza

Bra, Ristorante Albergo Badellino

Bra, Frazione Pollenzo, Ristorante Garden

Bra, Ristorante Peccati Ripieni

Castiglione Falletto, Locanda del Centro

Cherasco, Ristorante Vittorio Veneto

Cortemilia, Hotel Ristorante Villa San Carlo

Cuneo, Osteria della Chiocciola

Cuneo, Pizzeria Ristorante Il Tagliere

Farigliano, Pizzeria Gat Ross

Fossano, Trattoria da Cate e Maria

Gambasca, Ristorante da Claudino

La Morra, Il Duca Bianco

Magliano Alfieri, Alla Corte degli Alfieri

Mondovì, Taverna Paolino

Mondovì, Frazione Pogliola, Pizzeria Trattoria Bogia, Ven!

Monterosso Grana, Trattoria Aquila Nera

Neive, Cantina del Rondò

Paesana, Ristorante Hotel La Colletta

Pamparato, Locanda del Mulino

Pradleves, Albergo La Pace

Pradleves, Albergo Tre Verghe d’Oro

Racconigi, Ristorante da Mosè

Roddi, La Crota Ristorante e Camere

Santa Vittoria d’Alba, Frazione Cinzano, Ristorante Le Betulle

Serralunga d’Alba, La Rosa dei Vini

Valdieri, Frazione Andonno, Ristorante Ruota Due

Villafalletto, Pizzeria Ristorante Sant’Anna

Vinadio, Albergo Ristorante Ligure

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium