/ Economia

Economia | 04 luglio 2020, 12:15

Ripartenza della scuola: i genitori non ci stanno

Questo è solo il primo passo che speriamo possa portare ad un cambiamento di rotta radicale e al ritiro del decreto ad oggi emesso

Ripartenza della scuola: i genitori non ci stanno

Alcuni genitori della provincia di Cuneo, associati a Federazione Rinascimento Italia hanno deciso di agire in tutela preventiva dei propri figli per garantire un ritorno a scuola a settembre in presenza e senza le folli regole indicate dalle linee guida pubblicate dal ministero dell’istruzione nel decreto della Ministro Azzolina.

Grazie al pool di avvocati messi a disposizione da Rinascimento Italia e veicolati localmente dall’avv.to Rocco Sardo in rappresentanza della provincia di Cuneo, è partita in data 3 luglio 2020 una lettera di diffida ampiamente sviluppata e ricca di contenuti tecnico-scientifici e medici, nella quale i genitori comunicano al proprio istituto, al sindaco della propria città, al provveditorato e al presidente di regione tutte le ragioni che comprovano la inammissibilità delle misure ad oggi indicate attribuendo ai dirigenti tutte le responsabilità relative all’applicazione di tali misure.

Questo è solo il primo passo che speriamo possa portare ad un cambiamento di rotta radicale e al ritiro del decreto ad oggi emesso…. Siamo disposti a tutto e non ci fermeremo, dichiarano i genitori dei bambini che con coraggio e determinazione hanno deciso di agire.

Per coloro che volessero saperne di più o associarsi potete visitare  www.rinascimentoitalia.it – o scrivere direttamente a rocco@studiosardovallar.it 

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium