/ Scuole e corsi

Scuole e corsi | 02 settembre 2020, 19:40

Domani riapre il nido di Dronero: rinnovato e messo in sicurezza, riparte dopo il lungo lockdown

Il sindaco Livio Acchiardi, l’assessore Claudia Ribero insieme a Magno Garro, presidente di GEA Care, società che gestisce il nido da molti anni, taglieranno il nastro di partenza insieme alle famiglie

Domani riapre il nido di Dronero: rinnovato e messo in sicurezza, riparte dopo il lungo lockdown

Al via l’anno educativo 2020-2021 all’Asilo nido di Dronero che apre i battenti dopo i tanti mesi di chiusura, domani 3 settembre alle ore 8, con tante novità e con un restyling studiato nel pieno rispetto delle normative anti-Covid, una pulizia accurata e la sanificazione ambientale certificata con atomizzatore. Il sindaco Livio Acchiardi, l’assessore alla famiglia e agli affari sociali del comune Claudia Ribero insieme aMagno Garro, presidente di GEA Care, la società che gestisce il nido da molti anni, taglieranno il nastro di partenza del rinnovato Nido di Dronero insieme alle famiglie che torneranno (finalmente) a portare i loro figli a scuola, prima di molte altre del territorio cuneese. 

Il ritorno al nido dopo la lunga chiusura causata dall'emegenza Covid è un segnale importante di ripartenza per tutto il nostro territorio e per aiutare le famiglie - come ha spiegato il primo cittadino di Dronero Acchiardi - E per farlo in sicurezza e far fronte all’emergenza sanitaria, è stata prevista l’applicazione rigorosa di tutte le misure dettate dalle linee guida nazionali e regionali oltre alla stesura di protocolli di sicurezza Covid”.

“Infatti - ha sottolineato anche l’assessore Claudia Ribero: “garantire l’erogazione del servizio in linea con tutte le precauzioni per tutelare bambini, famiglie ed educatori è stata la nostra priorità in tutti questi mesi di riunioni con tutte le parti coinvolte, istituzioni, aziende e famiglie. Entrare in questi locali è un piacere e una gioia per i bambini e questo ci ripaga di tutti gli sforzi impiegati per arrivare a questo giorno. Accogliere il mondo dell’infanzia in questa fattoria 2.0 rendendoli estranei a tutte le problematiche esterne. Un mondo tutto loro e ovattato”.

Ingressi separati per le varie sezioni per evitare assembramenti, misurazione della febbre, sanificazione costante dei locali, dei giocattoli e degli arredi, obbligo di lasciare i passeggini all’esterno della struttura: queste sono alcune delle misure adottate per contrastare il rischio del contagio, sulla scia dell’esperienza maturata dalla società GEA Care nei tanti anni dedicati alle scuole dell’infanzia.

“Ogni dettaglio è studiato per rendere piacevole e sicuro tutto il percorso al nido, dal prato inglese sintetico dell’ingresso ai desk con le educatrici per accedere ad ogni sezione effettuando tutte le procedure di sicurezza ma condide dal gioco per far eccedere i piccoli con serenità - ha spiegato infine Garro il presidente GEA Care nel descrivere la struttura -  per i bambini tutto questo deve essere un gioco! Il binomio sicurezza e serenità è la nostra priorità. Una scuola protetta e covid-free che non incida nella quotidianità dei bambini che al nido vivono per la prima volta il distacco dalle famiglie e questo deve avvenire in un clima totalmente sereno. Per questo traguardo è stato fondamentale il supporto del Comune di Dronero e il sostegno di un’importante azienda partner come Peraria di Villafalletto”.

 

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium