/ Politica

Politica | 11 settembre 2020, 14:41

Gribaudo e Taricco (Pd) divisi sui “baby” senatori

Una delle tante questioni (nemmeno la più importante) su cui la deputata e il senatore la pensano diversamente. Ma ben altre sono le divergenze che segnano oggi la vita del Partito Democratico

Gribaudo e Taricco (Pd) divisi sui “baby” senatori

“La marcia indietro del Pd sull’elezione al Senato dei 25enni è sbagliata perché si trattava di una decisione giusta e di una decisione presa. Invece al Senato, con un emendamento del partito, viene soppressa la possibilità che i giovani siedano a Palazzo Madama. E viene compiuta una scelta, sbagliata nel merito e nel metodo, perché si deve arrivare a chiudere a tutti i costi una riforma costituzionale prima del referendum sul taglio dei parlamentari. Anche in questo caso, un cambiamento sbagliato nel merito e metodo, rispetto a cui voterò NO. Se la vocazione al riformismo e l’attenzione alle giovani generazioni si concretizzassero invece di restare retorica, penso ne guadagnerebbe il Paese. E anche il nostro partito. Riflettiamoci. Per farlo, non è mai troppo tardi”.

Con questo post sul suo profilo social Chiara Gribaudo, deputata cuneese del Pd, contesta una decisione che, a suo avviso, penalizza le giovani generazioni.

Mino Taricco
, senatore, come Gribaudo eletto nelle file del medesimo partito, è di diverso avviso.

“Abbiamo approvato al Senato la riduzione a 18 anni, prima era a 25, dell’età per poter votare per l’elezione dei senatori. Faceva parte degli accordi di Governo – scrive il senatore sulla sua newsletter Mino Taricco Informa – e la ritengo una cosa sostanzialmente giusta. Non aveva più senso limitare quel voto fino a 25 anni. Ho letto di qualche polemica sparuta sul fatto che si sia deciso di non abbassare anche l’età per l’elettorato passivo, cioè per poter essere eletti, al Senato dai 40 ai 25 anni e sono assolutamente convinto che sia stata invece una scelta saggia. Innanzi tutto perché se ha ancora un senso che esista il bicameralismo questo deve essere portatore di un punto di vista diverso tra Camera e Senato. I padri costituzionali apposta lo avevano differenziato anche per età.E poi – aggiunge Taricco - perché sono sempre più convinto che questa idea che una persona come prima cosa importante da fare nella vita possa essere chiamata a fare il parlamentare la trovo una cosa assolutamente fuori luogo. Si racconta che un giovane democristiano laureato che aveva iniziato ad insegnare,  in prossimità di una tornata elettorale, si fosse presentato a Carlo Donat Cattin chiedendo di poter essere candidato e questi, dopo essersi informato su di lui, gli avesse risposto di impegnarsi nel lavoro e di consolidare la sua vita, potendo dimostrare quanto valeva. Il leader Dc gli aveva consigliato, una volta ottenuti credibilità e consenso nell’ambito lavorativo e data stabilità alla sua vita, di tornare per riprendere in esame il ragionamento. Ecco, io credo – argomenta il senatore - che non ci sia nessuna esigenza in questo Paese di poter avere senatori di 25 anni. Sono invece dell’avviso che ci sia una grande esigenza di persone che prima o dopo un impegno istituzionale facciano almeno 20 o 25 anni di lavoro diverso dalla politica, e non che entrati a 25 anni, in un modo o nell’altro, ci rimangano per tutta la vita. Questa ritengo – conclude Taricco - sia una delle tante strade che possono aiutare la politica  a riagganciarsi alla realtà e alla vita”.

Opinioni diverse, entrambe legittime, dovute anche alla diversa età dei due parlamentari. Se non fosse che nel Partito Democratico, a Roma come a Cuneo, si evidenziano divergenze su ben altri fronti.

Per la seconda volta nell’arco di pochi anni il Pd arriva spaccato ad un referendum costituzionale. Ben altra cosa rispetto alla disputa sui “baby” senatori.

La crisi d’identità del maggior partito di opposizione è nei fatti.

Le elezioni regionali del 20 e 21 settembre e lo stesso referendum rappresentano per Nicola Zingaretti e per il Pd un test che ha tutte le caratteristiche di una prova del fuoco.      

GpT

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium