/ Attualità

Attualità | 29 settembre 2020, 17:32

Racconigi e quella stazione con poche fermate, i pendolari: “Ripristinate almeno la corsa delle otto per Torino, fondamentale per chi lavora negli uffici”

Regione, Comune e Agenzia della Mobilità stanno lavorando a una soluzione. Il sindaco Oderda: “Sono otto anni che abbiamo in media un treno ogni ora, non basta”

Racconigi e quella stazione con poche fermate, i pendolari: “Ripristinate almeno la corsa delle otto per Torino, fondamentale per chi lavora negli uffici”

“Sono anni che i nostri pendolari sono vessati per avere un servizio a metà. Martedì mattina in riunione con l’assessore regionale Marco Gabusi e un rappresentante dell’Agenzia della mobilità, abbiamo ottenuto la disponibilità a ripristinare, in tempi prossimi, alcune fermate soppresse e a trovare delle soluzioni che possano alleviare il disagio di coloro che utilizzano il treno dalla nostra stazione”. 

Queste le parole del sindaco Valerio Oderda a commento della riunione fatta la settimana scorsa presso l’assessorato ai trasporti regionale per risolvere l’annosa problematica dei treni (troppo pochi) che transitano dalla stazione di Racconigi.  

“Una volta avevamo un treno ogni mezz’ora - spiega il primo cittadino - Ora sono otto anni che ce n’è in media uno ogni ora. Una situazione che crea diversi disagi ai nostri pendolari. Abbiamo perciò richiesto di ristabilire alcune fermate e alcuni treni come ad esempio quello delle 6.36 per gli studenti che si recano a Cuneo, e un treno per i pendolari che vanno a Torino che gli consenta di arrivare in città per le 8. Altro problema sarà ristabilire le corse serali, alcune purtroppo soppresse”.  

“Non ci sono fasce orarie comode - conferma un pendolare -. Tanti si spostano con la macchina per andare alle stazioni di Cavallermaggiore e Carmagnola. E’ assurdo perché tanti treni ci passano proprio davanti, basterebbe facessero la fermata anche a Racconigi”. 

Fondamentale per i pendolari che lavorano a Torino sarebbe proprio ottenere una corsa che consenta loro di essere in ufficio per le otto. “Un treno che tanti utilizzerebbero è quella delle 7 che passa da Carmagnola e Cavallermaggiore. Quel treno facesse fermata da noi sarebbe utile per molti pendolari”. Ripristinare questa corsa consentirebbe infatti di evitare di dover prendere il treno delle 6.22 o andare a prendere un treno in altre stazioni. “Poi certo ci sono tante altre corse che sarebbe utile riattivare e che potrebbero essere utilizzate dagli studenti e dagli insegnanti ad esempio”. 

Alcuni chiedono infatti la fermata a Racconigi dei treni regionali veloci in partenza da Cuneo alle 15.24 e 17.24, ad esempio, altri sono più preoccupati per il servizio agli studenti e insistono sul ripristino del treno delle 6.36 in direzione Fossano con cambio a Cuneo, l’unico utile per i ragazzi per entrare a scuola in tempo.  

Chiara Gallo

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium