/ Economia

Economia | 28 novembre 2020, 18:45

Il Vallauri di Fossano e le aziende del territorio

Dietro al risultato dell’indagine Eduscopio ci sono anni di esperienza e di cooperazione tra il Vallauri e le aziende e ci sono laboratori tecnologici all’avanguardia

Il Vallauri di Fossano e le aziende del territorio

Il Vallauri è stato coronato dall’Indagine Eduscopio 2020 della fondazione Agnelli, come la prima scuola tecnologica capace di garantire occupazione professionale ai suoi diplomati. Lo studio evidenzia che ha realizzato, negli ultimi anni, la più alta percentuale occupazionale tra i suoi diplomati, in una professione coerente col titolo di studio e nel minor tempo possibile.

L’84% dei diplomati a 2 anni dal diploma lavora con un contratto permanente, in linea col curricolo degli studi. Lusinghieri anche i risultati all’Università, specie nelle facoltà scientifiche, degli studenti in uscita dal Liceo delle Scienze Applicate. Esiti ancor più apprezzabili se si pensa all’alto numero di studenti che ogni anno la scuola diploma in uscita.

Il Vallauri ha un rapporto costante - da anni - con le aziende tecnologicamente più avanzate del territorio perché crede nella che questo sia il miglior modo per aggiornare i curricoli professionali” – dice il preside Paolo Cortese.

La scuola ha stipulato convenzioni con 384 aziende nei settori (meccanico, elettronico, informatico) e con aziende avanzate nell’import/export.

L’innovazione come stella polare della progettazione curricolare. La squadra di docenti che cura la formazione degli studenti sta lavorando in questo periodo di lockdown al rinnovamento di alcuni laboratori particolarmente strategici.

La realtà virtuale è ormai entrata a far parte della progettazione di macchine e impianti e coinvolge molteplici dimensioni professionali (meccatronica, elettrotecnica ed elettronica, informatica e reti).

In questo ambito si affacciata al mondo della tecnologia innovativa quella che viene detta “la Realtà Aumentata”: un ambiente che consente di inserire elementi generati digitalmente all’interno di immagini reali. Questo consente di cambiare l’idea stessa del lavoro del tecnico: tutti gli elementi che fanno parte dell’ambiente o di una macchina possono essere creati digitalmente e l’utente può essere operare in un luogo virtuale a distanza.

In un’ottica Industry 4.0, l’applicazione dei sistemi di visione digitali nel contesto produttivo diventa un’opportunità per ottimizzare i processi di automazione industriale. Di modellizzazione, di simulazione dei comportamenti di piccoli e grandi impianti produttivi e prodotti. La sfida della produzione intelligente è il nuovo obiettivo. Che si affianca alla progettazione dei PLC, alla prototipazione, alla gestione in rete di tecnologia, e-commerce.

Alcuni degli aspetti innovativi: 

·         Il supporto alla progettazione immersiva

·         Il supporto alla comprensione del funzionamento delle macchine complesse

·         Il supporto alla didattica con uno strumento innovativo e attraente

·         L’attuazione di nuove metodologie didattiche basata sul Learn by Playing

La possibilità di generare supporti documentali di tipo specialistico ad alto impatto tecnologico e in stretto rapporto con le aziende reali del territorio e con alcuni dipartimenti del Politecnico di Torino.

Per maggiori informazioni: www.vallauri.edu

informazione pubblicitaria

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium