/ Attualità

Attualità | 22 febbraio 2021, 22:01

Cavallermaggiore, in pochi giorni 41 positivi. Sannazzaro: "Il Comune non è in zona rossa, ma dobbiamo stare attenti"

Il primo cittadino smentisce anche le voci riguardo a possibili insorgenze della variante inglese ma invita alla cautela: "I positivi devono restare a casa, così come i bambini le cui classi sono state poste in quarantena"

Cavallermaggiore, in pochi giorni 41 positivi. Sannazzaro: "Il Comune non è in zona rossa, ma dobbiamo stare attenti"

Continuano ad aumentare i casi a Cavallermaggiore.

Questa sera, lunedì 22 febbraio, la comunicazione del sindaco Davide Sannazzaro che ha annunciato come i positivi tra i cittadini siano arrivati a 41 in pochi giorni: solo mercoledì scorso se ne registravano 6/7 casi. 

“Dalle fonti che ho sono in crescita - aggiunge nel video pubblicato sui social il primo cittadino - Non sappiamo il perché di questa impennata, ma da qui in poi dobbiamo avere bene in mente il senso di responsabilità. Penso che Cavallermaggiore si sia sempre comportata bene, negli ultimi giorni ho avuto una serie di avvisaglie. Mi rivolgo alle persone positive che si muovono in città, puntualmente sanzionate dai Carabinieri, dovete restare a casa. Ma mi rivolgo anche ai genitori dei bambini le cui classi sono state messe in quarantena, lo so che è faticoso ma i bimbi devono restare a casa”.

Il sindaco ha smentito anche alcune voci che corrono di pari passo con l’aumento dei casi: “Preciso che non abbiamo dati dell’Asl per dire che si tratti di variante inglese. Quindi i positivi sono positivi al Covid e devono comportarsi come sappiamo. Smentisco anche il fatto che io voglia mettere il Comune in zona rossa, quando mettere un Comune in quarantena non è un percorso così banale. Voglio ribadire però che dobbiamo stare attenti". 

cgallo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium