/ Cronaca

Cronaca | 01 maggio 2021, 17:57

Rapina di Grinzane: Alessandro Modica "disponibile a collaborare" nell'interrogatorio di garanzia

Ad assicurarlo, l'avvocato Carla Montarolo; l'interrogatorio si è tenuto al Cerialdo di Cuneo, dove l'unico sopravvissuto della banda di rapinatori è stato portato dopo aver ricevuto le necessarie cure al ginocchio

Foto di Barbara Guazzone

Foto di Barbara Guazzone

Si è tenuto oggi (sabato 1° maggio) l'interrogatorio di garanzia in vista dell'udienza di convalida dell'arresto per Alessandro Modica, il 34enne facente parte della banda che nel tardo pomeriggio di mercoledì 28 aprile ha tentato di rapinare la gioielleria Roggero di Grinzane Cavour.

L'interrogatorio - durato un'ora e mezza e condotto dal sostituto procuratore Marinella Pittaluga- si è tenuto al carcere "Cerialdo" di Cuneo, dove Modica è stato portato nella serata di ieri dopo essere stato curato nella struttura del Santa Croce: a seguito degli eventi, infatti, aveva rinvenuto una seria ferita al ginocchio.

Alcune ore dopo i fatti, Modica era stato ritrovato dai carabinieri a Savigliano, a poche centinaia di metri dall'ingresso del pronto soccorso. L'avvocato Carla Montarolo ha sottolineato come il suo assistito si sia dimostrato assolutamente disponibile nei confronti dell'autorità: "E' in buone condizioni di salute e ha risposto a tutte le domande del sostituto procuratore. Vuole collaborare per chiarire tutti gli aspetti di quanto accaduto".

Attualmente, Modica si trova quindi in stato d'arresto. Verrà ancora sentito da Davide Greco, sostituto procuratore astigiano che coordina le indagini con il procuratore capo Alberto Perduca.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium