/ Attualità

Attualità | 03 maggio 2021, 12:16

Italia-Olanda nel nome della solidarietà: la CRI di Peveragno riporta a casa un concittadino in quarantena

Appena arrivato nella terra dei tulipani, Diego Bessone è risultato positivo al Covid-19; l'associazione di volontari e l'azienda per cui lavora hanno unito le forze per risparmiargli l'isolamento così lontano da casa

Italia-Olanda nel nome della solidarietà: la CRI di Peveragno riporta a casa un concittadino in quarantena

Trenta ore di viaggio (circa), per soccorrere un concittadino bloccato in Olanda a causa del Covid-19: è questa l'iniziativa messa in campo dalla Croce Rossa di Peveragno nei giorni scorsi, espressione dell'abnegazione e dell'impegno dei volontari della comunità in questo periodo così difficile.

A scriverci è Diego Bessone - il protagonista della vicenda - , peveragnese che fino a qualche giorno fa si trovava in Olanda per motivi di lavoro. Poco dopo l'arrivo, è risultato positivo al tampone per il Covid-19, con sintomi piuttosto forti, ritrovandosi obbligato alla quarantena in una stanza, in totale solitudine.

Ha quindi preso contatto con la CRI di Peveragno, chiedendo aiuto: l'associazione si è subito confrontata con l'azienda di Diego - la CMT spa di San Lorenzo di Peveragno, che si è anche dimostrata disposta a sostenere l'onere delle spese dell'intera operazione - , riuscendo a organizzare per lui un trasferimento in ambulanza, ovviamente nelle più assolute condizioni di sicurezza, verso la Bisalta.

"Un grazie particolare all'azienda e alla CRI - ha detto Diego - . Come anche alla volontaria Adriana che mi ha messo in contatto e ai tre volontari Riccardo, Mattia e Giancarlo per aver affrontato questo viaggio e avermi tenuto compagnia durante tutto il percorso".

simone giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium