/ Cronaca

Cronaca | 24 settembre 2021, 18:46

Cuneese assassinato alle Canarie: la Procura di Cuneo trasmette a Roma la segnalazione ricevuta dall’Ambasciata spagnola

La competenza del caso spetta al tribunale di “Las Palmas de Gran Canaria”

Andrea Costa

Andrea Costa

Una notizia, quella dell’uccisione del 42enne cuneese Andrea Costa, che ha destato grande sconforto e rammarico nella comunità di Confreria. Ex operario Michelin, partito nel 2020 per traferirsi a Gran Canaria insieme alla moglie, tornata in Italia tempo prima, il suo corpo è stato trovato bruciato nell’auto della donna lunedì 13 settembre a Pozo Izquierdo.

Indagato principale per l’omicidio di Costa, David José RP conosciuto anche come “El Adoptado”. I due avevano condiviso l’abitazione per alcune settimane in via Ayagaures. Attualmente in carcere insieme ad una donna, accusata di essere sua complice, David José RP si è rifiutato di rendere dichiarazioni. Ad essere indagati, altre otto persone.  Alla base del gesto, ci sarebbe stato un conto non pagato al ristorante. 

La Procura di Cuneo, come da codice di procedura penale, è incompetente in merito alla vicenda, poiché il reato è stato interamente commesso all’estero. Sarà il tribunale di “Las Palmas de Gran Canaria” ad occuparsi del caso. L’Ambasciata spagnola ha trasmesso alla Procura di Cuneo la segnalazione dell’accaduto, a sua volta inviata al tribunale di Roma, che potrà dichiararsi competente, nell’ipotesi in cui l’autore del reato venga trovato sul territorio italiano.  

CharB.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium