ELEZIONI COMUNE DI CUNEO
 / Attualità

Attualità | 28 gennaio 2022, 12:31

"Tangenziale e autostrada, parliamone": l’Odp chiama a raccolta gli amministratori dell’Albese e Braidese

Il sodalizio organizza un nuovo momento di confronto alla vigilia di "due conferenze dei servizi che potranno avere impatti rilevanti per il futuro ambientale ed economico dei nostri territori"

La tangenziale di Alba (foto Gisella Divino)

La tangenziale di Alba (foto Gisella Divino)

Non si ferma l’attivismo dell’Osservatorio per la Tutela del Paesaggio Langhe e Roero sullo spinoso tema del completamento Asti-Cuneo. Dopo avere a lungo caldeggiato l’incontro pubblico organizzato dal Comune di Alba nello scorso novembre, il sodalizio che riunisce una quindicina di associazioni ambientaliste del territorio albese e braidese invita gli amministratori del territorio – ma anche i comuni cittadini – a partecipare a un nuovo momento di confronto in programma per il prossimo lunedì 21 febbraio, alle ore 20.30, questa volta presso il Palazzo Mostre e Congressi di Alba.

"I cronoprogramma afferenti le diverse attività programmate per il completamento dell’Autostrada Asti-Cuneo – si legge nella missiva che l’Odp ha rivolto a sindaci e consiglieri comunali dell’Albese e Braidese – prevedono nei prossimi mesi due importanti Conferenze dei Servizi, in cui verranno assunte decisioni che potranno avere impatti rilevanti per il futuro ambientale ed economico dei nostri territori. Tratteranno: una il progetto di adeguamento della tangenziale di Alba, col problema della gratuità, che per noi dell’Osservatorio deve riguardare il percorso libero da Castagnito a Cherasco; l’altra il lotto 2.6a da Verduno a Cherasco, col nuovo progetto in esterno su viadotti, invece che in galleria, come previsto e approvato ad oggi. Riteniamo che le due Conferenze rappresentino una grande opportunità per gli amministratori locali e la società civile per influenzare e/o incidere sulle decisioni che verranno assunte. Per questa ragione, riteniamo una necessità inderogabile approfondire con tutti voi i tanti temi che sono sul tappeto e lavorare tutti assieme per individuare gli obiettivi sui quali le opinioni possono convergere".

Da qui l’idea di un nuovo incontro pubblico, nel corso del quale "vorremmo ragionare sulle tematiche oggetto delle due Conferenze, le tempistiche dei lavori, le proposte che possono essere portate avanti congiuntamente nel comune interesse delle nostre comunità".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium