/ Attualità

Attualità | 11 febbraio 2022, 18:20

Serve una nuova sede per la Guardia di Finanza di Mondovì, quattro le ipotesi al vaglio

Il contratto di affitto dell'attuale caserma è in scadenza e non è previsto rinnovo. Tra le opzioni anche il riutilizzo del "Michelotti"

La sede di via del Viadotto in un'immagine di Google Maps

La sede di via del Viadotto in un'immagine di Google Maps

Entro novembre la Guardia di Finanza di Mondovì dovrà lasciare la sede attuale di via del Viadotto e trovare una nuova sistemazione perché, come già successo per i Vigili del Fuoco, scade il contratto di affitto e non vi è volontà di rinnovo da parte della proprietà.

"Già da alcune settimane si è aperta l'interlocuzione con la Guardia di Finanza" - spiega il sindaco, Paolo Adriano - "nella serata di ieri abbiamo avuto un incontro in municipio con i vertici cuneesi della Fiamme Gialle per vagliare le possibili alternative all'attuale caserma. Sono quattro le ipotesi individuate che verranno approfondite nel corso dei prossimi giorni".

Non vi sono dubbi sulla volontà di mantenere il presidio in città e, proprio per questo, si pensa a una ricollocazione all'interno del tessuto più interno possibile all'area cittadina.

"Stiamo valutando sia il riutilizzo di uno dei "contenitori vuoti", come il "Michelotti", che altri immobili privati." - aggiunge il primo cittadino - "La prossima settimana, dopo gli opportuni approfondimenti da entrambe le parti, ci sarà un nuovo incontro".

L'opzione di dare nuova vita al "Michelotti", struttura di proprietà dell'Asl, è stata lanciata ieri sera, giovedì 10 febbraio, anche dal circolo di Fratelli d'Italia Mondovì e monregalese insieme al consigliere regionale Paolo Bongioanni (FdI), attraverso una nota stampa, in merito il sindaco sottolinea: "E' un'ipotesi che avevamo preso in considerazione già da tempo".

Arianna Pronestì

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium