/ Attualità

Attualità | 06 dicembre 2022, 14:24

Piscina di Savigliano chiusa almeno fino all'8 gennaio. Si attende la perizia per capire l'entità del crollo

I fatti sono accaduti lo scorso giovedì. Le attività sono state sospese in via preventiva, anticipando la chiusura già decisa per le Festività. L'impianto ha 50 anni e da tempo si parla della necessità di una nuova piscina

Piscina di Savigliano chiusa almeno fino all'8 gennaio. Si attende la perizia per capire l'entità del crollo

Che Savigliano avesse bisogno di una nuova piscina era cosa nota a tutti, da tempo.

Non a caso, quello della costruzione di un impianto in sostituzione di quello esistente, che ha compiuto 50 anni proprio nei mesi scorsi, è stato uno dei temi su cui quasi tutti i candidati sindaci avevano puntato l’attenzione in fase di campagna elettorale. Nel 1972 la struttura era stata finanziata pressochè interamente dalla locale Cassa di Risparmio di Savigliano.

Quanto accaduto lo scorso giovedì, quando si è verificato il distacco di due doghe del controsoffitto proprio nella zona sopra le vasche, ha evidenziato in tutta la sua urgenza la vetustà dell'impianto.

In via preventiva si è deciso per la chiusura e per la sospensione di tutte le attività, al momento fino all'8 gennaio. La chiusura era già stata programmata per le Festività natalizie, quando l'utenza cala, soprattutto per la mancanza dei corsi scolastici, e per contenere i costi energetici. Era stata decisa per il periodo 23 dicembre - 8 gennaio. E' stata anticipata di due settimane.

Nel frattempo, già lunedì prossimo, verrà eseguita una perizia per valutare l'entità del danno e per capire se ci saranno le condizioni di sicurezza atte a garantire la riapertura dall'inizio del nuovo anno. Al momento, come evidenziano sia Luca Albonico, presidente dell'ente gestore Centro Sportivo del Roero, sia l'assessora ai lavori Pubblici del Comune di Savigliano Federica Brizio, ogni ragionamento o previsione risultano prematuri.

Bisognerà attendere l'esito della perizia per capire se basterà un intervento di riparazione oppure se il danno richieda un intervento di tipo strutturale.

Nessuna porzione sarebbe caduta in acqua, anche se alcuni utenti ci hanno comunicato il contrario, ossia che ci sarebbe invece stata una caduta di materiale in vasca. Comunque sia, nessuno si è fatto male ed è stata immediatamente disposta la sospensione di tutte le attività.

E' sempre Albonico a spiegare che in questi giorni tutti gli utenti iscritti sono stati raggiunti telefonicamente. "Abbiamo proposto il rimborso delle quote versate o dei voucher da utilizzare in futuro. Gli agonisti si alleneranno a Cuneo, come già era stato deciso per il periodo festivo. Le piscine di Cuneo e Alba, infatti, resteranno aperte. Stiamo capendo le modalità di trasporto, per cercare di non creare troppo disagio alle famiglie. Purtroppo non ci voleva. Prima il Covid, poi il caro energia e adesso, a Savigliano, anche il problema all'impianto. Ormai siamo allenati ad affrontare solo emergenze", commenta, sottolineando come dalla Regione sia arrivato un sostegno, così come da alcune amministrazioni comunali.

L'assessora Brizio conferma il massimo interessamento da parte dell'amministrazione. "Lunedì ci sarà la perizia. Parliamo di un impianto vecchio, sul quale non è mai stata fatta manutenzione. La chiusura è stata concordata con il gestore, siamo perfettamente allineati in questo, anche perché non possiamo escludere la gravità della situazione, che si valuterà solo a seguito delle analisi sulla struttura".

Barbara Simonelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium