/ Attualità

Attualità | 22 maggio 2023, 12:02

Emergenza maltempo in Granda, Gagna: "Eravamo tutti molto preoccupati, ma l'abbiamo scampata!"

Il coordinatore provinciale dei volontari di Protezione Civile evidenzia come sia stato sabato il giorno più difficile. Sollevato, commenta: "è piovuto con döit"

Emergenza maltempo in Granda, Gagna: "Eravamo tutti molto preoccupati, ma l'abbiamo scampata!"

"E' piovuto con döit".

Con giudizio. Lo dice, tirando un sospiro di sollievo, Roberto Gagna, coordinatore provinciale dei volontari della Protezione civile di Cuneo dopo le 48 ore di maltempo che si sono abbattute sulla provincia, facendo scattare l'allerta arancione nelle valli del Cuneese e del Saluzzese e nell'area di pianura da Cuneo al Saviglianese. 

Qui in foto Roberto Gagna al vertice in Prefettura di venerdì 19 maggio

I numeri rendono l'idea dell'impegno messo in campo per fronteggiare una situazione che si è fortunatamente rivelata meno grave di quanto le previsioni avessero annunciato. Sono state 66 le ore di apertura della sala operativa gestita da un gruppo di circa 20 persone suddivise in tre turni ogni giorno. Ben 150 i gruppi operativi e circa 650 i volontari impegnati nel costante monitoraggio del territorio.

"Fortunatamente la pioggia, seppur intensa, è sempre stata costante, senza alcuna "bomba" - evidenzia Gagna. Anche i quantitativi sono stati inferiori alle previsioni, in definitiva. Sabato eravamo seriamente preoccupati. Quello che è accaduto in Emilia Romagna ci spaventava molto. Due in particolare le criticità: lo zero termico a 2.300 metri significa che piove anche in montagna e che tutta quell'acqua scende a valle. In montagna se non si sfalcia e se non si puliscono i boschi, la pioggia non penetra e viene tutta giù. E' successo, ma senza conseguenze particolarmente gravi". 

I problemi maggiori, seppur contenuti, a Mondovì con il torrente Ellero e nel Saluzzese con il Ghiandone. "C'è stata qualche esondazione, ma nei campi. Nessun danno ai centri abitati", continua Gagna.

I corsi d'acqua al momento sono scesi tutti sotto il livello di guardia. Nei prossimi giorni non dovrebbe piovere e non destano quindi particolare preoccupazione le previsioni da metà settimana in avanti, quando dovrebbero esserci nuove precipitazioni. Conclude: "Le ondate di piena per allora saranno tutte passate. Ora possiamo dirlo... l'abbiamo scampata".

Barbara Simonelli

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium