ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 07 febbraio 2024, 10:36

Torino pronta al decollo, ma con Cuneo come co-pilota: "Possiamo ambire a rotte strategiche oltre il low cost"

Inaugurata la tre giorni di kermesse dedicata al mondo del trasporto aereo al Lingotto Fiere. Caselle e Levaldigi puntano a fare rete per aumentare l'attrattività del territorio

Torino pronta al decollo, ma con Cuneo come co-pilota: "Possiamo ambire a rotte strategiche oltre il low cost"

"Torino e Cuneo sono scali strategici per lo sviluppo del nostro territorio, non solo per le rotte low cost. Dobbiamo puntare anche a un target di turismo più alto. Senza dimenticare approcci sostenibili al comparto dei trasporti aerei".

Questo il messaggio con cui Vittoria Poggio, assessore regionale al Turismo, ha voluto introdurre i lavori di Connect Aviation, la grande kermesse che per la prima volta "atterra" a Torino, a Lingotto Fiere, richiamando per 3 giorni tutti i maggiori operatori degli scali mondiali, ma anche delle compagnie aeree globali.

Due scali alleati

Un'alleanza, dunque, tra i due scali che vogliono portare il Piemonte a una quota più alta. Un concetto ribadito anche dai rappresentanti della Granda. "Con Torino vogliamo sistemarci al centro della mappa internazionale dei trasporti aerei - ha detto Luca Chiappella, presidente della Camera di commercio di Cuneo -. E in collaborazione con Caselle oossiamo crescere ancora di più. Per noi è un privilegio ospitare un evento come questo". E Paolo Merlo, presidente dell'aeroporto di Cuneo, ha aggiunto: "Siamo un piccolo scalo, ma con grandi potenzialità di crescita. Siamo qui per raccogliere le necessità degli addetti ai lavori e per gettare le basi di nuovi investimenti".

Ospiti da tutto il mondo

Coinvolti oltre 700 decisori del settore, più di 80 compagnie aeree internazionali e 300 rappresentanti di aeroporti da tutto il mondo. La speranza è che gli effetti positivi possano ripetere quanto successo già in passato. Le città dove è stato ospitato Connect nelle precedenti edizioni - Tampere (2022), Cagliari (2019) Tbilisi (2018) - hanno fatto registrare un incremento medio delle rotte di circa il 35,4%

"È un'opportunità grande per Torino per mettere in vetrina le proprie offerte, in un periodo in cui la città ha registrato numeri da record. Senza dimenticare il nuovo collegamento via treno da Porta Susa a Caselle", aggiunge Gianna Pentenero, assessore comunale alle attività produttive. "Vogliamo crescere e sviluppare le nostre potenzialità nel settore, anche a livello industriale".

"Siamo in una delle località più belle d'Italia e d'Europa. Basta guardarsi attorno - dice il presidente della Camera di Commercio, Dario Gallina -. Cibo e vino, ma non solo: abbiamo una lunga tradizione nell'industria e nell'indotto. Siamo la capitale dell'aerospazio e ci stiamo impegnando molto in questo senso. È un'opportunità per il turismo, ma anche per il business. Senza dimenticare la forte presenza degli studenti universitari e il cammino di innovazione che presto riguarderà anche l'intelligenza artificiale".

In Europa vale il 2,1% del Pil

Il settore del trasporto aereo contribuisce all’economia europea per circa 300 miliardi di euro (2,1% del Pil) e dà lavoro a circa 5 milioni di persone. La tre giorni di lavori porterà in città i nomi chiave delle compagnie aeree come Air France, British Airways City Flyer, Iberia con due consociate, Turkish Airlines, SAS - Scandinavian Airlines Systems, Norwegian, Air Baltic, Tap Air Portugal, Air Caraibes Atlantique, Air Arabia Morocco. Kenya Airways e naturalmente ITA Airways, ma anche le compagnie low cost come Ryanair, Easyjet, Volotea, Vueling, Wizz Air.

Massimiliano Sciullo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium