ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 23 aprile 2024, 15:40

Asse Cuneo-Savona: nuova alleanza per peste suina, infrastrutture e turismo

I presidenti delle due Province hanno discusso anche del parco eolico, che dovrebbe nascere sul monte Cerchio nei comuni di Cengio, Cairo Montenotte e Saliceto

Da sinistra Pierangelo Olivieri, presidente della Provincia di Savona e Luca Robaldo, presidente della Provincia di Cuneo

Da sinistra Pierangelo Olivieri, presidente della Provincia di Savona e Luca Robaldo, presidente della Provincia di Cuneo

E' di questi giorni una nuova alleanza sull’asse Cuneo-Savona su temi condivisi: dalle infrastrutture al turismo, dall’emergenza legata alla peste suina al parco eolico del Monte Cerchio sulle colline della valle Bormida. I presidenti delle due Province si sono incontrati a Cuneo per confrontarsi e individuare una strategia comune, che garantisca anche un’accelerazione per alcuni interventi importanti per l’economia delle due aree. Intanto, ieri, lunedì 22 aprile, in Provincia a Cuneo, si è riunita la cabina di regia sulla peste suina africana, dove il commissario straordinario Vincenzo Caputo ha annunciato l'avvio del lavoro con il distretto suinicolo cuneese e l'introduzione di 14 nuovi “bioregolatori”, guardie venatorie.

Una delle prime risoluzioni operative dell'asse Cuneo-Savona riguarda, infatti, l’emergenza legata alla diffusione dell’epidemia che colpisce i cinghiali e rischia di trasmettersi agli allevamenti di suini tra Piemonte e Liguria. La Provincia di Savona, dove il fenomeno è circoscritto, i comuni sottoposti a restrizione sono sette, entrerà infatti a far parte della cabina di regia istituita dalla provincia di Cuneo che si è rivelata uno strumento efficace per contrastare l’emergenza tanto da essere indicata come modello da altre regioni italiane. Una collaborazione che ha evitato finora casi in una provincia che è tra le prime per allevamento di suini in Italia.

I vertici delle due amministrazioni provinciali hanno discusso anche del parco eolico che dovrebbe nascere sul monte Cerchio nei comuni di Cengio, Cairo Montenotte e Saliceto, ribandendo la contrarietà all’impianto anche se la Provincia come ente non ha competenze dirette: la procedura di impatto ambientale spetta al Ministero. La consigliera di zona Anna Maria Molinari – presente al vertice – ha ribadito la contrarietà di sindaci e associazioni della Valle Bormida.

Sul fronte delle infrastrutture i presidenti si sono concentrati sui collegamenti ferroviari e autostradali. Due le priorità per l’autostrada Torino-Savona. La prima riguarda i tanti cantieri che costellano il tragitto tra le due province. L’obiettivo è chiedere alla concessionaria tramite il Ministero dei Trasporti di contenere i disagi in vista della stagione estiva. Ma la Provincia di Savona conta su Cuneo come alleata anche per il casello di Millesimo, considerato «una priorità imprescindibile nel contesto logistico nord-ovest». Gli amministratori liguri vogliono che si acceleri con il progetto di ribaltamento del casello per renderlo più efficiente e adeguato alle esigenze del traffico, a cominciare da quello che interessa le aziende della Valbormida e del Basso Cuneese. La concessionaria è pronta a finanziare i lavori, ma tutto è bloccato al Ministero dell’Ambiente: si aspetta la Valutazione di impatto ambientale. «La pratica va sbloccata in tempi rapidi» hanno concluso i due presidenti, che puntano a sensibilizzare il ministro dell’Ambiente Gilberto Pichetto.

Sul fronte ferroviario Cuneo e Savona chiedono garanzie sul completamento per l’intera tratta del potenziamento della linea Torino-Savona indispensabile sia per garantire una maggior frequenza dei collegamenti passeggeri – in particolare in prospettiva turistica – sia per adeguare la linea agli standard europei nel trasporto merci, diventando così a tutti gli effetti una chiave importante per lo sviluppo di una piattaforma logistica nel Cuneese quale supporto allo scalo portuale di Vado.

s.a.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium