ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 23 aprile 2024, 11:50

Presentato il progetto (R)innoviamo Lesegno per la riqualificazione del centro storico

Lo scorso 20 aprile, presso il municipio, la presentazione degli elementi raccolti durante i laboratori curati dallo studio Ideazione sri di Alba e l'illustrazione del progetto per il nuovo centro di comunità redatto dallo Studio Cremaschi di Cuneo

Presentato il progetto (R)innoviamo Lesegno per la riqualificazione del centro storico

Si è concluso negli scorsi giorni il progetto partecipativo "(R)innoviamo Lesegno", un percorso dedicato alla condivisione di idee per la rivitalizzazione e il recupero del centro storico. 

L'iniziativa, organizzata dall’amministrazione comunale, è nata per ripensare gli spazi collettivi e individuare proposte di azioni per il rilancio del paese, grazie al contributo della Fondazione Compagnia di San Paolo, attraverso il bando Next Generation We, che ha consentito al comune, con un tesoretto di 70mila euro, di sostenere la progettazione architettonica di uno degli immobili vuoti con finalità di utilizzo pubblico e di allestimento di nuovi spazi per la comunità. 

"L’obiettivo dell’iniziativa - dice il sindaco Emanuele Rizzoè quello di avviare un ascolto attivo e un dialogo efficace con i residenti e con le associazioni culturali locali per costruire una strategia di rivitalizzazione e valorizzazione del paese il più possibile condivisa e frutto delle proposte della comunità locale; proprio in questo senso, negli scorsi mesi sono stati promossi incontri con i cittadini". 

Lo scorso 20 aprile, presso il municipio, si è svolta la presentazione degli elementi raccolti durante i laboratori curati dallo studio Ideazione sri di Alba e l'illustrazione del progetto per il nuovo centro di comunità redatto dallo Studio Cremaschi di Cuneo.

"Abbiamo presentato un progetto di riqualificazione urbana su di un edificio nel cuore del centro storico - prosegue Rizzo - al momento proprietà di un privato con il quale sono in corsi interlocuzioni e che ha dato parere favorevole a collaborare al progetto nel momento in cui ci sarà la copertura finanziaria per realizzarlo. Sarà un percorso lungo, l'impegno per sostenere i lavori è di circa 2,5 milioni, quindi si lavorerà dividendo il tutto in lotti". 

L'obiettivo è quello di recuperare lo stabile, nel cuore del centro storico, partendo con la messa in sicurezza dell'edificio e l'apertura del locale al piano terra che potrà ospitare un bar o un locale commerciale. In seconda battuta si procederà con i piani più altri, che potrebbero diventare attività ricettive come b&b o affittacamere o uno spazio per le associazioni con cucina per ospitare eventi. Al piano di portici potrebbe poi essere ospitato un ristorantino, una sala polifunzionale con servizi igienici e locali tecnici. Tra i servizi pensati anche un punto di affitto e-bike per percorrere il sentiero del Landandè. 

Il tutto sorgerebbe a fianco dell'edificio che, presto, ospiterà il dispensario farmaceutico, gli studi del medico e il circolo ricreativo, progetto che è già stato finanziato con 1 milione di euro.

Arianna Pronestì

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium