/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | giovedì 06 settembre 2018, 08:02

Ferrovia del Tanaro, c'è l'annuncio ufficiale: dopo quasi 2 anni la tratta è di nuovo interamente percorribile

L'ha comunicato la Fondazione FS Italiane: "Completati i lavori di ripristino del tratto di linea danneggiato mediante la posa dei binari"

Ferrovia del Tanaro, c'è l'annuncio ufficiale: dopo quasi 2 anni la tratta è di nuovo interamente percorribile

L'avevamo preannunciato cinque giorni fa con un articolo su queste colonne, ora è giunta anche l'ufficialità: la Ferrovia del Tanaro è di nuovo interamente fruibile.

A comunicarlo è stata la Fondazione FS Italiane, che scrive: "A quasi due anni dall'alluvione che il 24 novembre del 2016 causò ingenti danni all'infrastruttura ferroviaria, riapre integralmente la linea Ceva-Ormea, una delle 9 ferrovie riaperte per usi turistici dalla Fondazione FS. La piena del fiume Tanaro ha letteralmente spazzato via il rilevato ferroviario all'altezza di Pievetta per oltre 500 metri causando l'interruzione della tratta. Nelle ultime settimane la Direzione Territoriale di Rete Ferroviaria Italiana del Piemonte ha completato i lavori di ripristino del tratto di linea danneggiato con la posa dei binari".

Così, "il prossimo 16 settembre un treno storico della Fondazione FS potrà, quindi, ripercorrere interamente la linea: alle 8.55 dalla stazione di Torino Porta Nuova partirà un convoglio con destinazione Ormea, dove l'arrivo è previsto per le 11. Il treno viaggerà in occasione della cinquantasettesima 'Mostra del Fungo' di Ceva".

Infine, un breve cenno alla storia recente (e futura) della tratta: "La linea Ceva-Ormea dal 2015 è stata inserita nel progetto 'Binari senza tempo' della Fondazione Fs. Con la riapertura completa della ferrovia potrà riprendere il virtuoso processo di rilancio turistico del territorio avviato dalla Fondazione FS insieme alla Regione Piemonte e con il supporto dell'Unione Montana Alta Val Tanaro".

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore