/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | giovedì 11 ottobre 2018, 16:02

Saluzzo, la musica pop rock dei Perturbazione inaugura il nuovo palcoscenico del teatro Magda Olivero

Mercoledì 17 ottobre concerto offerto alla cittadinanza. Prenotazioni entro sabato 13 ottobre. Si presentano la fine lavori che hanno interessato il palco e retropalco del civico, il nuovo gestore: il Ratatoj e la rete di partner, la nuova stagione di eventi . “Far vivere il teatro attraverso le persone che lo abitano” il desiderata del nuovo concessionario

Saluzzo, I Perturbazione inaugurano il palcoscenico del teatro Magda Olivero

Saluzzo, I Perturbazione inaugurano il palcoscenico del teatro Magda Olivero

 

Saranno I Perturbazione, uno dei principali gruppi pop-rock della musica italiana ad aprire la nuova stagione al Teatro Magda Olivero, che si presenta alla cittadinanza la sera del concerto, mercoledì 17 ottobre alle 21, con il nuovo palcoscenico e retropalco.

Il concerto  è gratuito con prenotazione obbligatoria entro sabato 13 ottobre allo Iat ( 0175 46710).

Si chiude la tranche di  lavori di ristrutturazione del Cinema Teatro Magda Olivero, che hanno interessato l’area palco, ora completa dotazioni tecniche e tecnologiche adatte ad ospitare grandi eventi. Si tratta di una struttura scenica polifunzionale, un ring di americane utilizzabile sia per l’impianto audio e luci che per  le scenografie teatrali. Il boccascena prima senza chiusure è stato corredato di sipario. I lavori che hanno compreso la demolizione delle precedenti strutture in cartongesso e la correzione della pendenza del palco che risultava eccessiva, non erano compresi nel precedente cantiere che ha trasformato completamente il vecchio Politeama civico, intitolato nel 2016 al soprano di origini saluzzesi.

A prendere la scena del Magda Olivero per primi saranno dunque i Perturbazione, band composta da (voce):Tommaso Cerasuolo; chitarra: Cristiano Lo Mele;  basso: Alex Baracco; batteria: Rossano Lo Mele.

I musicisti che si sono formati sui banchi di un liceo scientifico alle porte di Torino, dopo una lunga gavetta pubblicano nel 2002 l’album della svolta, "In circolo", votato tra i 100 migliori dischi italiani di sempre da Rolling Stone Italia, e trainato dal singolo Agosto. Una storia fatta di oltre 700 concerti in tutta Italia ed Europa, un Festival di Sanremo nel 2014 - durante il quale il nome della band si afferma presso il grande pubblico grazie alla canzone L'Unica - e una decina di dischi, fra cui album di culto come Canzoni allo specchio (2005), Del nostro tempo rubato (2010) e Musica X (2013).

Info e prenotazioni: UFFICIO TURISMO IAT - piazza Risorgimento 1 – Saluzzo- 0175 46710 - iat@comune.saluzzo.cn.it Orario di apertura: da martedì a domenica 10 -12 / 15 -18.

Nella serata sarà presentata la linea artistica e il cartellone stagionale fatto di cinema, teatro, incontri, musica, proposto dal nuovo gestore: l’ 'Associazione Ratatoj (a cui era già stata data la concessione in via sperimentale lo scorso anno) capofila  di una rete di partner che comprende:Compagnia teatrale Primo Atto, Compagnia teatrale Teatro Prosa, Fondazione Apm, Comitato Arci Cuneo Monviso.

L’associazione spiega filosofia e modalità che indirizzano il nuovo corso, l'organizzazione del programma e come vorrebbe diventasse questo spazio.  

“Farlo vivere attraverso le persone che lo abitano - dice il direttivo Ratatoj- Noi, voi, il pubblico inteso come cittadinanza tutta. Il nostro obiettivo è renderlo produttivamente vivo, culturalmente rilevante ed economicamente sostenibile. Abbiamo firmato una convenzione di quattro anni ed è su questo tempo che si gioca la partita”.

 

L’'associazione ha iniziato un percorso di incubazione e formazione sull'"audience developement" con Compagnia di Sanpaolo attraverso il bando Open.  “L'idea a cui si vuole lavorare anche in un'ottica di sostenibilità è far diventare il cinema teatro un punto di riferimento della città, uscire dalla logica dell'evento, ma  pensare ad appuntamenti che creino comunità perché il Cinema Teatro non è soltanto mera fruizione di un servizio, dove pago il biglietto, consumo e torno a casa”.

“Vogliamo provare ad invertire questa logica e trasmettere l'idea che il Cinema Teatro Madga Olivero sia uno spazio che vive e respira grazie a chi lo attraversa anche per mezz'ora anche senza doversi sedere in poltrona. C'è un foyer grande a sufficienza per raccogliere iniziative. E quando il meteo lo permette anche lo spazio antistante il teatro, una strada, via Palazzo di Città che è già di per sé una scenografia a cielo aperto”.

 

Vilma Brignone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore