/ Attualità

Attualità | 31 ottobre 2017, 14:18

Caraglio: tra gli "Interventi Faro" anche il progetto di riqualificazione dell'ex-polveriera Bottonasco

Il progetto è destinato a migliorare le capacità di approvvigionamento e distribuzione idrica ad uso irriguo e completare al contempo l’offerta turistica

Caraglio: tra gli "Interventi Faro" anche il progetto di riqualificazione dell'ex-polveriera Bottonasco

Il progetto illustrato lunedì sera al Consiglio Comunale di Caraglio afferisce ad un programma generale di rivitalizzazione dell’area dell’ex polveriera di Bottonasco, situata ad est dell’abitato di Caraglio, in direzione Valgrana; il programma, mirato alla valorizzazione del sistema irriguo, turistico ed architettonico locale, ha un duplice obiettivo: migliorare le capacità di approvvigionamento e distribuzione idrica ad uso irriguo e completare al contempo l’offerta turistica con attrattori di interesse sovralocale.

Le opere, sviluppate a livello di progettazione definitiva, sono previste dall’Amministrazione comunale di Caraglio nell’ambito della partecipazione al Bando “Interventi Faro” della Fondazione CRC, “valorizzazione del sistema irriguo, turistico ed architettonico mediante il recupero di aree degradate”, quadriennio 2017-2020.

I progettisti fanno parte di due differenti studi: Tautemi e gli ingegneri Ferrari e Giraudo.

Occorre premettere che l’area, abbandonata da anni per quanto concerne l’uso militare, e recentemente acquisita dall’Amministrazione comunale, evidenzia attualmente un forte degrado ambientale e paesaggistico, nonché manufatti in precarie condizioni strutturali.Il presente progetto, che ha già superato la preliminare fase di candidatura, intende promuovere la riqualificazione dell’area, promuovendo il risparmio, l’efficientamento e l’uso plurimo della risorsa idrica, oltre ad una valorizzazione dell’area da un punto di vista turistico.

Il nucleo centrale del progetto, oggetto specifico della richiesta di finanziamento a valere sul Bando Interventi Faro, si articola nei seguenti interventi principali:

- Realizzazione di invaso irriguo di volumetria pari a 58.000 m3, posto nella zona nord dell’area, con lo scopo di garantire una riserva d’acqua per le porzioni del comprensorio irriguo che maggiormente risentono del cronico deficit idrico estivo;

- Realizzazione delle condotte principali di alimentazione/restituzione da/al Canale Paniale, facente parte della attuale rete di canali esistenti in sinistra idrografica tra Caraglio e Valgrana, alimentati dal torrente Grana;

- Realizzazione di biolago a scopo turistico ricreativo, progettato al fine di garantire la piena fruibilità ai turisti, che potranno accedere all’acqua in sicurezza ed effettuare la balneazione;

- Realizzazione di bar-punto ristoro all’interno di uno dei vecchi magazzini militari, previo recupero del fabbricato, con annessi servizi igienici e docce, aree verdi attrezzate per picnic;

- Realizzazione di aree ad uso parcheggio a servizio del lago turistico e viabilità interna all’area;

- Recupero dell’ex “Palazzina Comando” per una sua rifunzionalizzazione in ottica turistico ricettiva: il fabbricato ospiterà un piccolo ostello per circa 16 posti letto, con dotazione di servizi igienici e docce, spazio comune/reception; al piano terra sono previsti una camera e servizio accessibili a disabile;

- Realizzazione di un primo lotto di parco avventura nella parte centrale dell’area, articolato in percorsi sospesi differenziati per livello di difficoltà e composti da funi d’acciaio e legno, costituito da collegamenti successivi da un albero all’altro. Esso può rappresentare un’attrazione turistica complementare al lago balneabile;

- Demolizione di tutti quei fabbricati che non saranno oggetto di recupero né in fase iniziale né successivamente, in quanto interferenti con le opere in progetto oppure in condizioni estreme di rovina, al fine di rendere l’area fruibile in condizioni di sicurezza; si prevede altresì il reintegro della recinzione dell’area. 

Il programma generale di recupero e riqualificazione dell’area prevede anche una serie di ulteriori interventi di completamento mirati alla rifunzionalizzazione degli spazi a disposizione in modo da renderli fruibili per attività ludico-ricreative e turistico-ricettive.

Nello specifico sono previsti i seguenti ulteriori interventi di completamento:

- Realizzazione di opere per l'estensione della rete irrigua in pressione a valle;

- Realizzazione di un’area ad uso campeggio, accessibile anche ai camper, dotata di servizi (installazioni igienico-sanitarie di uso comune), piazzole per la sosta ed aree ad uso parcheggio;

- Aree verdi attrezzate ad uso pic-nic, aree giochi, beach volley;

- Completamento del parco avventura con sua estensione fino al versante nord-orientale e realizzazione di teleferica passante sul bacino irriguo;

c.s.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium