/ Eventi

Eventi | 18 settembre 2019, 17:01

Fossano: venerdì e sabato inaugurazione del nuovo Condominio solidale Divina Provvidenza

Venerdì sera la proiezione del film “Solo cose Belle”, sabato il taglio del nastro ufficiale

Fossano: venerdì e sabato inaugurazione del nuovo Condominio solidale Divina Provvidenza

Saranno due giornate dedicate alla solidarietà e al nuovo welfare a Fossano con l’inaugurazione del Condominio solidale Divina Provvidenza.

Venerdì sera alle 20.30 sarà proiettato il film “Solo cose belle” con la partecipazione del regista Kristian Gianfreda e del responsabile della Papa Giovanni XXIII Giovanni Ramonda. Sabato 21 settembre alle ore 16 mons. Piero Delbosco celebrerà la Santa Messa, alle ore 17 è prevista l’inaugurazione seguita dal rinfresco offerto dal Comitato di Borgo Salice. In serata ci sarà anche un concerto della PSA.

La scelta di proiettare “Solo cose belle” non è casuale. Il film, infatti è la storia di Benedetta, una popolare ragazza sedicenne, figlia del sindaco e del suo incontro con una bizzarra casa famiglia appena arrivata nel suo piccolo paese nell’entroterra riminese.

La casa famiglia, rumorosa e stravagante, conta un papà e una mamma, un immigrato, una ex-prostituta e sua figlia piccola, un ragazzo in pena alternativa, due ragazzi con gravi disabilità e un figlio naturale.

È proprio Benedetta, anche attraverso la sua storia d’amore con Kevin, uno dei ragazzi della casa, a guidare il pubblico in questo mondo ai margini, in cui tutti sembrano “sbagliati” o “difettosi”, ma in realtà sono solo davvero umani.

Ed è poi l’intero paese, che si prepara con passione alle prossime elezioni comunali, a essere coinvolto e sconvolto da questo incontro, tra momenti divertenti e altri drammatici, tra balli, risa, lacrime, barchette di carta, piadine e sgomberi finché, in una notte difficile, tutto precipita e sembra perduto. In realtà, al di là delle scelte dei singoli, nulla potrà più essere come prima.

Il condominio solidale Divina Provvidenza è stato realizzato dall’Opera Diocesana di Fossano che si è fatta interamente carico nei mesi scorsi della ristrutturazione dello stabile che, fino a fine 2017 ospitava l’ex istituto Figlie della Divina Provvidenza, accorpato all’adiacente Istituto Monsignor Signori. La struttura è completamente accessibile in ogni suo spazio e dotata di ampi spazi verdi fruibili, di un ampio locale palestra e laboratori aperti alla collaborazione con scuole e associazioni del territorio.

Il condominio solidale offre diversi servizi modulari sull’abitare sociale ed è affidato in gestione alla Comunità sociale Papa Giovanni XXIII e alla Cooperativa Il Ramo.

Anima e custode del condominio solidale è la presenza costante al piano terra della Casa Famiglia San Paolo della Comunità Papa Giovanni XXIII. La valutazione dei progetti di inserimento è portata avanti da un comitato composto da un membro dell’Istituto Mons. Signori, della Cooperativa il Ramo e della Caritas Diocesana.

Al primo e al secondo piano del condominio solidale l’Opera diocesana ha ricavato 10 tra alloggi e mini alloggi (1 quadrilocale, 2 trilocali, 5 bilocali e 2 monolocali), 5 dei quali destinati ad alloggi per l’autonomia per disabili, grazie al sostegno della Regione Piemonte con i fondi 2018 per il “Dopo di noi”.

Attualmente vi vivono due famiglie con figli disabili nell’ottica del Dopo di noi, mentre quattro situazioni di persone disabili stanno sperimentando progetti di autonomia abitativa supportata.

Due mini alloggi, invece, sono destinati a situazioni di emergenza abitativa o familiare. È stato attivato un progetto di coabitazione giovanile solidale per 6 posti per giovani da 18 a 30 anni che desiderano sperimentare un periodo di autonomia o che si trovano privi di supporti familiari, che si impegnano settimanalmente a prestare attività di volontariato nel condominio solidale.

Un alloggio e la cucina attrezzata del primo piano saranno utilizzati a partire da fine settembre dalla Cooperativa Il Ramo per la creazione di un’Unità Educativa Territoriale, modello innovativo verso il superamento dei classici centri diurni per disabili.

Il progetto comprende anche attività di accompagnamento sociale dei ragazzi disabili coinvolti, con la possibilità di sperimentare weekend in autonomia in mini-alloggio.

Agata Pagani

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium