/ Politica

Politica | 30 dicembre 2019, 09:43

Borgo San Dalmazzo, Mauro Fantino lascia la Giunta: "Il progetto del nuovo biodigestore grave nel metodo e nel merito, e non previsto dal programma elettorale"

"Per me la lealtà e la correttezza fra cittadini e amministratori continua a essere un valore da tenere sempre fermo nel tempo e da non mettere in discussione"

Mauro Fantino - foto dal sito internet del comune di Borgo San Dalmazzo

Mauro Fantino - foto dal sito internet del comune di Borgo San Dalmazzo

Con la presente rassegno le dimissioni da Assessore della Giunta comunale di Borgo San Dalmazzo. Le ragioni di tali dimissioni derivano dalla grave decisione presa dal Sindaco di Borgo di accettare e sostenere la realizzazione nella nostra città di un biodigestore per il trattamento dei rifiuti organici di tutto il territorio provinciale e probabilmente di oltre Provincia e Regione".

L'assessore borgarino a Lavori Pubblici, Patrimonio, Interventi di Riqualificazione Urbana, Agricoltura, Montagna e Polizia Municipale Mauro Fantino ha ufficializzato oggi (lunedì 30 dicembre) le proprie dimissioni dalla Giunta guidata da Gian Paolo Beretta. Al centro della presa di posizione, com'è chiaro, il progetto - in tandem con il comune di Cuneo e con ACSR - di realizzazione del nuovo biodigestore in località San Nicolao.

Che il progetto non convincesse tutti, però, era già stato chiarito nell'incontro sulla tematica ospitato a Roccavione - e che aveva visto la partecipazione di diversi amministratori dei territori coinvolti, di Chiara Gribaudo e Alberto Valmaggia - , dove i residenti avevano proposto la creazione di un comitato di quartiere "contro il digestore". Le specifiche tecniche erano state anche illustrate a inizio novembre in una commissione consiliare a Cuneo.

La lettera arriva comunque a dieci giorni di distanza esatti dall'ultima assemblea dei soci di ACSR, nella quale la prosecuzione dell'iter di realizzazione era stata votata con maggioranza assoluta. 

"Una decisione grave nel metodo e nel merito - prosegue Fantino - . Nel metodo perché tale progetto non era previsto nel programma elettorale del 2017 della Lista "Impegno per Borgo" a sostegno del candidato Sindaco Gianpaolo Beretta. Nel merito, perché fare di Borgo, centro periferico della Provincia, un sito provinciale e regionale di trattamento per il rifiuto organico non ha una spiegazione. Tanto è vero che a tutt'oggi il Sindaco non ha ancora dato ai suoi cittadini una spiegazione minimamente convincente sul perché di tale scelta".

"Considerato che io, nei tanti anni trascorsi come Amministratore comunale, ho sempre mantenuto un rapporto rigoroso di correttezza e lealtà nei confronti dei cittadini sugli impegni scritti nei programmi elettorali, non posso di certo oggi mutare comportamento. Per me la lealtà e la correttezza fra cittadini e amministratori continua a essere un valore da tenere sempre fermo nel tempo e da non mettere in discussione".

"Ovviamente, in qualità di Consigliere comunale, proseguirò a dare il massimo impegno affinché il lavoro amministrativo sia finalizzato a risolvere le numerose problematiche tuttora aperte in città e a fermare interventi (vedi biodigestore) che invece ne creerebbero di nuove" conclude Fantino.

simone giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium