/ Cronaca

Cronaca | 12 giugno 2020, 11:51

A Vignolo Giulio è tornato a casa senza un occhio e con una pallottola in testa

La padrona Ilaria: "Non è un caso isolato. Ho contattato l'associazione "Stop animal crime" e avviseremo il sindaco. Una cosa del genere non può essere taciuta"

A Vignolo Giulio è tornato a casa senza un occhio e con una pallottola in testa

Molly, Milton, Chocolat, Birillo e adesso Giulio, colpito con un proiettile alla testa che lo ha privato dell’occhio destro.

"Questi sono alcuni dei gatti vittime di chissà quale mostro, che a Vignolo sta incutendo il terrore nella popolazione felina e nei proprietari di animali da compagnia".

A denunciare l'ennesimo episodio di violenza è la padrona di Giulio, che qualche giorno fa si era allontanato da casa. Poi il ritorno, in condizioni gravissime. Per fortuna, però, è sopravvissuto.

Ilaria si è rivolta all'associazione “Stop Animal Crime” assieme ad altri proprietari di gatti della zona. L'associazione si è presa a cuore la vicenda e ha presentato una querela dettagliata che depositerà presso la Procura della Repubblica.

La rabbia è tanta. Dell'accaduto verrà informato anche il sindaco. La speranza è quella di individuare chi abbia sparato al povero Giulio, che adesso vivrà senza un occhio e con una pallottola in testa, non asportabile.

"Spero davvero che il killer dei gatti di Vignolo venga individuato e punito a norma di legge. Sono rimasta sconvolta, ci sono stati più casi di violenza inaudita contro alcuni animali della zona. Ci sono degli esseri umani orribili. Non si può e non si deve tacere di fronte a questi fatti".

 

Abbiamo deciso di coprire l'occhio asportato, perché impressionante. Nella seconda immagine, Giulio a casa, prima dell'allontanamento.

bsimonelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium