/ Attualità

Attualità | 08 luglio 2020, 08:50

Il tributo del Caffè Letterario di Bra al maestro Ennio Morricone nelle parole di Paolo Paglia

Il musicista albese: “Nella mia memoria rimane il suo sguardo severo e la fermezza nelle proprie convinzioni”

Foto di: Sabina Filice

Foto di: Sabina Filice

Anche il Caffè Letterario di Bra si unisce al dolore per la morte del maestro Ennio Morricone, avvenuta lo scorso 6 luglio, all’età di 91 anni. E lo fa attraverso il favoloso scatto della fotografa Sabina Filice e le parole del musicista Paolo Paglia.

Il direttore e compositore albese ebbe il privilegio di conoscere Morricone ad uno dei suoi rari corsi: “Inevitabile non essere colpiti e forse anche intimoriti dal suo modo di porsi, un uomo che palesava la sua serietà e autorevolezza da ogni poro. In pochi conoscevano il mondo del cinema in toto come lui e tecnicamente lavorava realmente all’unisono sia con i registi che con i montatori essendo un esperto anche nei minimi particolari”.

Ennio Morricone ha fatto sognare il mondo con le sue colonne sonore e la sua carriera è stata impreziosita da 2 premi Oscar tra cui uno alla carriera per i suoi magnifici e multiformi contributi nell’arte della musica per film. Come riconosce anche Paolo Paglia: “Il maestro lascia una grande eredità non solo di musica che egli stesso dirigeva - dirigeva unicamente quella -, ma di un apporto quasi da certosino nell’elaborare orchestrare e creare tra le più belle melodie della storia della musica da film”. E conclude: “Per quanto mi riguarda nella mia memoria rimane il suo sguardo severo e la fermezza nelle proprie convinzioni. Personalmente ho elaborato molta sua musica per i nostri concerti, ma sempre con un fondo di timore reverenziale e umiltà”.

Buon viaggio Maestro, che la terra ti sia lieve come le tue note.

Silvia Gullino

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium