/ Attualità

Attualità | 22 luglio 2020, 21:02

Venerdì 24 luglio in piazza Castello a Fossano concerto dell’Oliver River Gess Band

Il grande jazz di New Orleans in salsa cuneese per il quarto appuntamento con “Musica d’Estate” della Fondazione Fossano Musica

Oliver River Gess Band

Oliver River Gess Band

Dopo i virtuosismi etnici dei Magasin du Cafè e Fabrizio De Andrè in chiave folk con i Lou Tapage, due serate che hanno registrato il sold-out, il quarto appuntamento con “Musica d’Estate 2020” è dedicato al grande jazz di New Orleans con la band cuneese Oliver River Gess Band.

“Abbiamo voluto puntare sul sostegno alla musica di qualità, sui musicisti del nostro territorio in un momento così difficile per la cultura e lo spettacolo dal vivo – spiega il direttore della Fondazione Fossano Musica Gianpiero Brignone -. Le prime due serate, con il loro tutto esaurito, ci hanno trasmesso l’energia del pubblico, dimostrandoci che i fossanesi, e non solo visto che il pubblico giunge nella città degli Acaja da tutto il Piemonte, hanno voglia di musica dal vivo e di eventi culturali. A partire dal prossimo appuntamento e per tutti i seguenti abbiamo scelto di mantenere i biglietti a 5 Euro, un prezzo abbordabile che consenta a più persone possibile di godere una piacevole serata in musica”.

La “Oliver River Gess Band”, nata a Cuneo nel 1990, va a buon diritto inclusa tra le più longeve formazioni italiane che propongono il jazz New Orleans degli albori.

Giunta al suo quinto lustro di attività, l’orchestra non ha perso un grammo del suo entusiasmo ed in ogni suo concerto – sia che si tratti di un festival internazionale o di un minuscolo raduno di pochi intimi – sfodera intatta tutta la grinta necessaria per confrontarsi col più arduo dei miti della città del Delta: quel Joe “King” Oliver la cui musica, selvaggia e piena di pathos, rimane una pietra miliare così salda che nessun uragano potrà mai scardinare. Ma un concerto della Oliver River Gess Band è altresì in grado di trasportarvi fra i segreti del Cotton Club di New York o delle bische di Kansas City, fra i blues suadenti come carezze di Billie Holiday o lo strepito delle luci notturne della Swing Era....

Ci si può ancora appassionare a King Oliver nel Ventunesimo secolo? La Oliver River Gess Band ve ne darà una dimostrazione eloquente.

Nei suoi primi 25 anni di attività la band ha partecipato a molte fra le più importanti rassegne europee di jazz (dal francese Festival di Saint Raphaël, tra il 1993 ed il 2011 – dove il gruppo si qualifica immediatamente tra i finalisti – al prestigioso e rinomato New Orleans Jazz di Ascona in Svizzera nel 1994 e dal 1998 al 2003, oltre che al Dixieland Festival di Tarragona ed ai festival italiani di Cagliari, Torino

e Brunico nel 2000) attirando l’attenzione di un veterano del jazz tradizionale come il musicista e showman Lino Patruno, che ha suonato dal vivo con la band e l’ha invitata a suonare nel festival da lui organizzato nella piccola Repubblica di San Marino (1999).

Più recentemente l’orchestra ha partecipato al festival francese di Chazelles-sur-Lyon (2012-2013), dove è stata insignita di un importante premio, e al 21° Jazz Festival di Megève in Savoia (2014); ha suonato alla Roseraie Grace Kelly di Monaco alla presenza del Principe Alberto, ed alla Fondazione Mirafiore di Fontanafredda dove lo showman Renzo Arbore si è esibito con l’orchestra.

La Oliver River Gess Band ha partecipato a rassegne musicali, trasmissioni radiofoniche e spettacoli teatrali con musica dal vivo; dal 1996 è affiancata da un’Associazione culturale con lo stesso nome, che si propone di aumentare la conoscenza e la diffusione del jazz tradizionale, raccogliendo materiale informativo e d’ascolto su questo genere.

 

L’orchestra ha inciso tre CD: al primo “Oliver River Gess Band” del 1999 ha fatto seguito “...Pej d’Oliver” nel 2003, mentre “Oliver River Gess Band”, doppio cd dal vivo pubblicato nel 2010, fotografa fedelmente l’intensa attività concertistica dell’orchestra nei due anni precedenti, con l’energia e l’entusiasmo al loro apice nelle esecuzioni live che hanno conquistato anche l’interesse e l’amicizia di un esperto di jazz come Paolo Conte, manifestata con il dono dei suoi disegni originali per le copertine del disco.

Per garantire l’accesso in sicurezza alla piazza sarà possibile prenotare online i propri posti a sedere, evitando di creare colli di bottiglia all’ingresso, garantendo in questo modo il distanziamento interpersonale.

Ecco i prossimi appuntamenti con la rassegna Musica d’estate 2020:

-          Venerdì 31 luglio – ore 21.15 – piazza Castello - ITALIAN TUNES, BIG BAND. Una produzione Fondazione Fossano Musica

-          Venerdì 7 agosto – ore 21.15 – piazza Castello – SPILIMBRASS

-          Venerdì 28 agosto – ore 21.15 – piazza Castello - LA MUSICA SALVA LA VITA – Una produzione Fondazione Fossano Musica

-          Sabato 28 agosto – ore 21.15 – piazza Castello - A CAPPELLA DAY - VOXES & CLUSTER in concerto

-          Venerdì 4 settembre – ore 21.15 – piazza Castello – FFM BIG BAND – Una produzione Fondazione Fossano Musica

-          Domenica 6 settembre – ore 21.15 – piazza Castello - UNA VITA DA CANTAUTORE - concerto dei vincitori - Una produzione Fondazione Fossano Musica

-          Venerdì 11 settembre – ore 21.15 – piazza Castello - FFM CLASSICA – Direttore Julius Kalmar.

-          Sabato 12 settembre – ore 21.15 – piazza Castello – Footprints

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium